Ferrovie: investimento mortale a Montelupo Fiorentino

Pericolo in tutto il mondo: a sicurezza di pedoni sui binari


Circolazione ferroviaria fortemente rallentata questa mattina tra le 8.10 e le 10.20 sulle linee Firenze – Pisa e Firenze - Siena per un investimento mortale (presunto suicidio) avvenuto nella fermata di Montelupo Fiorentino. Il treno investitore è stato il Frecciabianca 9759 Roma – Genova. Per consentire i rilievi dell’Autorità Giudiziaria la circolazione tra Firenze ed Empoli è stata sospesa dalle 8.10 alle 9.30. Alle 9.30 è ripresa sul binario in direzione Firenze e dalle 10.20 anche su quello in direzione Empoli. Nello stop, oltre al treno investitore, sono rimasti coinvolti 34 treni Regionali: 9 hanno registrato ritardi fino 80 minuti e 25 sono stati cancellati integralmente o per parte del loro percorso.

Lo scorso anno registrati 16 incidenti gravi che hanno provocato sette vittime. Gli incidenti complessivi nel 2014 sono stati 37. Nel 2013 gli incidenti gravi ai PL erano stati 14 (33 complessivi), con 10 morti. Ancora troppe persone muoiono o restano gravemente ferite nell’attraversare i passaggi a livello. Motivo? Il mancato rispetto del Codice della strada, delle norme di sicurezza e della segnaletica stradale nell’attraversamento della sede ferroviaria. Quasi sempre a provocare gli incidenti sono automobilisti, motociclisti, ciclisti e pedoni. La maggior parte dei sinistri coinvolge persone che vivono nelle vicinanze dei PL o che li utilizzano frequentemente. Proprio la familiarità e l’abitudine che hanno nell’attraversarli le rendono meno attente. “Come migliorare la sicurezza ai passaggi a livello e nei dintorni” è il tema della settima edizione di ILCAD (International Level Crossing Awareness Day), la giornata internazionale di informazione e sensibilizzazione sui passaggi a livello – promossa da Commissione Europea e Union Internationale des Chemins de Fer (UIC) –lanciata oggi a Istanbul. Al centro dell’edizione 2015 c’è la sicurezza di pedoni e ciclisti. Obiettivo: informare i cittadini sui comportamenti sicuri da adottare in prossimità dei passaggi a livello.

Redazione Nove da Firenze