Rubrica — LifeStyle

Fai prevenzione, prenditi cura di te, salvaguarda la tua vita

Drappi rosa sui palazzi comunali e nelle sedi delle organizzazioni sindacali del Chianti


Sono 800 mila le donne che in Italia hanno avuto un’esperienza di cancro al seno e 55 mila le nuove diagnosi che ogni anno emergono dall’attività di screening del sistema sanitario nazionale. Sono numeri in crescita che, sebbene sia diminuito il tasso di letalità, identificano nel tumore al seno uno dei principali nemici oncologici della donna, per i quali la prevenzione, necessaria forma di tutela della salute, non può essere messa da parte, ma ricordata e messa in atto concretamente.

Da ieri anche il David al Piazzale di Michelangelo, il Teatro Puccini, il Mercato delle Cure si illumineranno per una settimana, insieme alle sei porte storiche, al Loggiato degli Innocenti, l'Arno ed altri monumenti fiorentini, per ricordare l'importanza di fare prevenzione nella lotta contro il tumore al seno.
È una delle tante iniziative promosse dall'associazione FIRENZE IN ROSA Onlus, in collaborazione con il Comune di Firenze e con la partecipazione concreta di altre Istituzioni cittadine tra cui l'Istituto degli Innocenti, per il Pink October, mese internazionale dedicato al tema della prevenzione. La maggior parte dell'illuminazione è stata seguita da Silfi spa società illuminazione Firenze.

"Il cuore della città si colora di rosa grazie ad una partecipazione concreta di Istituzioni ed Enti per sfidare insieme il tumore al seno e ricordare a donne e uomini quanto sia importante sottoporsi a controlli periodici nella lotta contro il tumore al seno" afferma la presidente di FIRENZE IN ROSA Onlus Lucia De Ranieri "Il drastico calo degli screening e delle diagnosi di tumori nei primi mesi del 2020, dovuto anche alla situazione di emergenza Covid, non significa purtroppo meno tumori, bensì un aumento di persone inconsapevoli di essere malate. È importante, oggi ancora di più, sottolineare l'importanza di fare prevenzione".Per l'occasione anche 2000 negozi, aderenti all'iniziativa, esporranno il Fiocco Rosa ed i materiali del Pink October appositamente elaborati dalla Onlus. Le persone attraverso la tecnica dell'origami potranno trasformare il volantino distribuito da FIRENZE IN ROSA Onlus in un fiocco rosa da indossare, fotografare e condividere sui canali social taggando @firenzeinrosa o utilizzando l'hashtag #FirenzeInRosa: BE PINK! CONL'ORIGAMI

Tra le altre iniziative messe in campo il Punto Rosa, dal 19 al 23 Ottobre presso il The Student Hotel, dove la Onlus offre su prenotazione controlli ecografici al seno GRATUITI per donne fino ai 45 anni e oltre i 75 anni di età.

Sabato 24 e domenica 25 ottobre in piazza Santa Croce e in via Galliani 136 a Firenze, grazie al prezioso contributo della delegazione fiorentina, sarà possibile sostenere Fondazione Umberto Veronesi e raccogliere fondi per finanziare la ricerca scientifica in ambito pediatrico, al fine di garantire le migliori cure possibili ai bambini malati di tumore e aumentare le loro aspettative di guarigione. Con l’iniziativa “Il Pomodoro. Buono per te, buono per la ricerca”, e grazie al prezioso contributo degli oltre 1.500 volontari di Fondazione Umberto Veronesi sarà possibile, a fronte di una donazione minima di 10 euro avere una confezione di tre lattine di pomodori nella versione pelati, polpa e pomodorini e sostenere la ricerca scientifica volta a trovare una cura per le malattie oncoematologiche dei più piccoli.

Fai prevenzione, prenditi cura di te, salvaguarda la tua vita. E’ l’invito che, nell’ambito della campagna di prevenzione Lilt, il Tavolo intercomunale per le Politiche di Genere rivolge a tutte le donne del territorio fiorentino rimarcando che nel mese di ottobre è possibile sottoporsi a visite senologiche gratuite negli ambulatori Lilt in tutta Italia contattando il numero verde 800 998877.

L’autunno si veste di rosa per i cinque comuni di area fiorentina e le organizzazioni sindacali che costituiscono il Tavolo, prima esperienza toscana di natura intercomunale ad occuparsi delle politiche di genere. Insieme, uniti per la promozione della prevenzione come efficace strumento di lotta contro il tumore alla mammella. I Comuni di Impruneta (ente capofila del tavolo), Barberino Tavarnelle, Greve in Chianti, Bagno a Ripoli, San Casciano in Val di Pesa e le sigle sindacali CGIL Chianti, SPI Firenze, CISL-FNP Chianti, UIL Firenze aderiscono alla ventottesima edizione dell’iniziativa nazionale Nastro Rosa for Women, promossa dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, sostenuta da vari partner che si impegnano per la diffusione della cultura della prevenzione come metodo di vita: Associazione Nazionale Comuni Italiani, CIA-Agricoltori Italiani e il gruppo YamamayDal 24 al 31 ottobre le amministrazioni comunali renderanno visibile l’adesione alla campagna con l’esposizione di un drappo rosa sulla facciata di ogni palazzo comunale e sede sindacale. L’attività di diffusione del mese rosa, dedicato alla prevenzione al femminile, messa in campo dal Tavolo si propone di coinvolgere le attività commerciali e gli operatori economici dei rispettivi territori ai quali sarà consegnato e distribuito materiale promozionale relativo alla campagna “Nastro rosa”.

“Quello con la visita senologica è un appuntamento con la tutela della nostra vita, non dobbiamo trascurarlo ma dedicare del tempo a questa necessaria attività di prevenzione – dichiarano le assessore alle Pari opportunità Laura Cioni, Marina Baretta, Consuelo Cavallini, Francesca Cellini, Maria Grazia Esposito e le rappresentanti sindacali Daniela Borselli, Laura Scalia, Maria Grazia Viganò e Cristina Serafini – le sfide che ogni giorno a causa dell’emergenza Covid mettono a dura prova il nostro sistema sanitario sono complesse, come dimostra anche il fatto che durante il lockdown non è stato eseguito oltre un milione e mezzo di screening senologici. Dobbiamo mettere il tema della prevenzione in cima alle nostre priorità e agire per tempo anche perché se, da un lato, la malattia è sempre meno letale, oltre l’85 per cento delle donne colpite da tumore al seno riesce a superarlo, dall’altro, sale l’incidenza sulle donne più giovani di età compresa tra i 30 e i 35 anni”.

Il Tavolo per le Politiche di Genere invita i negozianti delle aree interessate ad allestire le loro vetrine con oggetti e decorazioni che evochino il colore o l’iconografia della campagna, un nastro rosa o una sveglia che segna l’ora per segnalare l’appuntamento con la visita senologica. Da sabato 24 ottobre, in coincidenza dell’adesione alla campagna Lilt, il Tavolo aprirà ufficialmente la propria pagina Facebook per raccontare e condividere azioni, progetti, interventi che riguardano gli obiettivi individuati nei vari settori dal coordinamento intercomunale.

Redazione Nove da Firenze