Magie dell'Avvento e mercatini di Natale in Toscana

Lo spettacolo del Meyer il 15 dicembre al Teatro Verdi. Domenica sera nella Chiesa di Ognissanti Light Gospel Choir in concerto. Pranzo di solidarietà ai 4 Leoni. Migranti 'chef' per la cena alla mensa 'Le Torri'. Presepi nel Chianti. Fashion in Flair for Christmas a Lucca. Il 21 dicembre The Voice of Georgia al Teatro Bolognini di Pistoia


Firenze– Un ampio spazio coperto in cui i bambini possono sbizzarrirsi con gli sport più vari. E poi laboratori, concerti, esibizioni e il tradizionale mercatino natalizio. Anche quest’anno l’associazione Piazza San Donato – nata grazie a un gruppo di cittadini volontari che stanno dando anima e corpo per rendere Novoli un quartiere accogliente e vitale, - si presenta al meglio per le festività natalizie. Fino all’8 gennaio, al primo piano del centro commerciale San Donato, spazio a “Decathlon winter games”, ovvero a gonfiabili, giochi e attrezzature sportive. Lo spazio, all’interno di XL Luogo Comune, è aperto dalle 16,30 alle 19 nei giorni scolastici e dalle 10 alle 13 e dalle 15,30 alle 19 durante le lunghe vacanze estive dei più piccini. Ricchissimo poi il programma di questa scintillante edizione de ‘Il Natale che vorrei’, che vede ancora una volta la collaborazione del Quartiere 5. Tra le iniziative da non perdere, dal 13 al 27 dicembre ‘Uno sguardo su Novoli’, ovvero incontri fotografici con Carlo Cantini. Ancora, il 14 alle 15,30 alla galleria Ragghianti – dove spiccano le creazioni degli studenti della scuola Mameli, - spazio a un divertente laboratorio di creazioni natalizie. E il 14 dicembre alle 17, pomeriggio musicale con gli alunni dell’indirizzo musicale della Beato Angelico. E poi planetario, giochi per scoprire il francese e, il 17, un’entusiasmante esibizione di capoeira. Appuntamento immancabile il 23 e il 24 con ‘La casa di Babbo Natale’, tra giochi e ‘Vattela a pescare l’aula di scienze!’, simpatica iniziativa per la raccolta fondi per l’aula di scienze della Mameli. Non mancheranno infine dimostrazioni di arti marziali, giochi coi Lego e, il 6 gennaio, gran finale con la Befana, che farà divertire grandi e piccini.

Appuntamento con il tradizionale spettacolo di Natale che l’Ospedale pediatrico Meyer, giovedì 15 dicembre alle 20,30 al Teatro Verdi, via Ghibellina 99. La Fondazione dedica ai bambini fiorentini e alle loro famiglie l’edizione di quest’anno, con la messa in scena de “Il magico Piccolo Principe”, che sarà caratterizzata da un cambio di prospettiva per un Natale più solidale. Le magie circensi e buffe di Bustric, infatti, saranno dedicate a “Bambini nel mondo”, il progetto che il Meyer realizza per una sanità senza più barriere. Ospiti d’onore, ma anche testimonial del progetto che porta il nostro Ospedale dove c’è più bisogno, saranno Pietro Bartolo, il medico che cura i profughi che arrivano sulle coste di Lampedusa e Samuele, il ragazzino co-protagonista del film “Fuocoammare”. Tra le novità di quest'anno, anche l'istituzione di un Premio Meyer, un riconoscimento assegnato a coloro che si distinguono nelle opere di solidarietà verso bambini di tutto il mondo, in condizioni di povertà e fragilità ed, in particolare, per l’azione di cura nei confronti dei neonati, bambini e adolescenti e delle loro famiglie. L'ingresso è gratuito a invito fino a esaurimento posti.

Torna, come ogni anno, il concerto del Light Gospel Choir a favore dell’Associazione Tumori Toscana per raccogliere fondi a sostegno del servizio di Cure Domiciliari Oncologiche gratuite. L’evento organizzato dall’Associazione Borgognissanti andrà in scena Domenica 18 Dicembre 2016 alle 21.15 nella Chiesa di Ognissanti a Firenze. Diretto da Letizia Dei, accompagnato al piano da Federico Pacini e alle percussioni da Marco Corsinotti, il Light Gospel Choirproporrà un concerto intenso e coinvolgente, attraverso i ritmi e le armonie trascinanti e inconfondibili della musica gospel; un vero concentrato di energia e carica emotiva che coinvolgerà gli spettatori in un crescendo di suggestioni musicali e ritmo. L’evento si avvale del Patrocinio dal Comune di Firenze e del contributo di Associazione Borgognissanti, Athenaeum Musicale, St. Regis Florence, Enrico Coveri, Savitransport. Per info e prenotazioni: A.T.T., Paola Neri 3356586211.

Domani, mercoledì 14 dicembre dalle ore 11, alla Trattoria 4 Leoni di Piazza della Passera, si terrà il consueto pranzo di solidarietà. Una iniziativa rivolta ai meno fortunati della città che si ripete ormai da 19 anni e che vede la partecipazione di un numero sempre crescente di persone – almeno duecento lo scorso anno – tra senzatetto, immigrati e “nuovi poveri”: lavoratori in proprio colpiti dalla crisi economica, pensionati, uomini messi in ginocchio da una separazione, che si sono ritrovati a chiedere un pasto caldo alle mense della Caritas.

Hanno concluso il corso di 'aiuto cuoco' e si cimenteranno nella preparazione della cena di auguri promossa dalla cooperativa Il Cenacolo in collaborazione con Formazione Co&So Network. Sono i 17 migranti ospiti delle strutture di accoglienza gestite dalla Cooperativa che avranno così la possibilità di mettersi alla prova e far vedere cosa hanno imparato. La cena è in programma il prossimo 15 dicembre alle 20 alla mensa “Le Torri” a Firenze (via delle Torri 23) ed è l'evento conclusivo di un corso cominciato ad inizio ottobre composto da 130 ore di laboratorio e 160 ore di praticantato. I ragazzi, che arrivano da paesi come il Mali, la Somalia e il Sudan, cominceranno entro fine gennaio un tirocinio presso altrettante aziende della ristorazione presenti nell'area metropolitana fiorentina.

La scena della Natività dipinta come un quadro, realizzata come una scultura, assemblata come un manufatto artigianale tra gli incantevoli scenari del Chianti. Sono le colline, le pievi e i borghi del cuore della Toscana ad ispirare gli autori, i falegnami, i fabbri, gli artisti e cittadini che per pura passione si cimentano nella realizzazione di presepi tradizionali e viventi. A Vico d'Elsa, tra le 5mila piante grasse custodite nella grande cattedrale di vetro del Giardino Sottovico, la nascita del bambino dialoga con la natura e le specie vegetali dell'orto botanico della frazione barberinese. Il presepe, frutto della creatività e dell'ingegno dei volontari del giardino, ha un'ampiezza di 18 metri quadri ed è visitabile nei giorni di apertura dell'orto botanico. Di borgo in borgo fino ad arrivare a Panzano in Chianti nel territorio grevigiano dove i presepi sono vere e proprie opere opere d'arte ed arricchiscono le vie del paese fino ai primi giorni di gennaio. L’apertura della grande mostra di presepi artistici impreziosisce, insieme alle opere d’arte di alcuni artisti ispirate al tema della Natività, le vie e i cortili dell’antico borgo. Un'attrazione religiosa e culturale per cittadini e visitatori che scelgono di trascorrere le feste natalizie nel Chianti. E ancora a Tavarnelle, lungo via Roma, i fondi commerciali prendono vita con i presepi realizzati dai cittadini. Tra gli altri una perla che profuma di mare, di memoria siciliana, con le chiese barocche, i balconi di inizio Novecento, e i panni stesi. La tradizione toscana si fonde a quella siracusana e il miracolo del barocco fa da teatro alla Natività. L'opera è di Vincenzo Testa e Andrea Paoloni che hanno realizzato ogni dettaglio del presepe a mano avvalendosi di materiali naturali. Anche a San Casciano pullulano i presepi viventi e meccanici tra le pievi più prestigiose del territorio, come la Propositura.

I primi tre appuntamenti dei Mercatini di Natale “Magie dell’Avvento”,Palazzuolo sul Senio, sono stati un vero successo. A dispetto di un meteo non sempre clemente, con nebbia e freddo, tanti i visitatori che hanno scelto la perla dell’Appennino Tosco Emiliano per un pomeriggio all’insegna dei regali, della gastronomia, e della visita alle tante attrazioni del paese, arricchite dai cento presepi sparsi tra vicoli e piazze. Che potranno essere votate dai visitatori tramite le schede apposite che si trovano presso i luoghi pubblici e che il 6 gennaio vedrà premiare i presepi più belli. Ed il 26 dicembre, al calar del sole, la magia del Presepe Vivente. Da tredici anni un appuntamento tra i più conosciuti della Toscana che ogni anno richiama migliaia di visitatori da gran parte d’Italia, proponendo i decori più originali e le più belle idee regalo, avvolgendo grandi e piccini in un’atmosfera ricca di fascino. E per l’ultima domenica, il 18 dicembre, un succulento pranzo, con cappelletti rigorosamente fatti a mano e tante altre specialità locali, dolce e salate, sarà il modo di entrare nella settimana del Natale e scambiarsi gli auguri davanti ad un gustoso piatto fumante. Grande attenzione in questo ultimo appuntamento anche ai bambini, veri protagonisti del periodo. A partire dalle 15 e fino alle 17,30, tre repliche della durata di 30 minuti cadauna di show folcloristico denominato “Fantasy Show di Natale” eseguito da coppia di eccellenti artisti che in originali costumi a tema natalizio proporranno un gran varietà di collaudatissimi e divertenti numeri circensi di Giocoleria, Bolle di sapone, Fachirismo ed Effetti Speciali con il fuoco a cura dell’Associazione Nazionale “I giullari del 2000”. Ed inoltre, come nelle domeniche precedenti, il centro del paese sarà la parte più suggestiva della manifestazione, con la Piazza dell’Avvento (Piazza IV Novembre) dove verranno allestiti stand con prodotti tipicamente natalizi, presepi, palline, decori, composizioni, candele e tutto quanto possa essere utile per un ultimo regalo in vista del Natale. Con Babbo Natale che non perderà occasione per soffermarsi con i bambini che vorranno parlare con lui ed affidargli le loro letterine. O Tinto, che con i suoi asinelli, sarà attrazione per i più piccoli, ma non solo. Non mancheranno, inoltre, le specialità gastronomiche, oltre agli espositori di prodotti tipici provenienti da molte zone di Italia.

Sabato 17 Dicembre, alle 15.30 “Natale in pericolo”: L’equipe didattica del CSN mette in scena una “Caccia al tesoro animata” all’interno del Parco del Centro di Scienze Naturali di Prato. A seguire un laboratorio manuale/creativo dove i partecipanti avranno a disposizione vari materiali con i quali stimolare la propria creatività e realizzare così bellissimi ornamenti Natalizi che poi potranno portare a casa. Iniziativa rivolta ai bambini dai 5 anni in su, richiesta la presenza di un genitore. Necessaria la prenotazione allo 0574 460503. Contributo richiesto 2 euro a partecipante in aggiunta al biglietto d’ingresso al Centro.

Arriva anche quest’anno l’ormai tradizionale appuntamento con il Concerto Gospel di Natale organizzato dall’Associazione Blues In e previsto per il prossimo 21 dicembre al Teatro Bolognini di Pistoia. Per l’occasione si esibirà il gruppo The Voice of Georgiadirettamente da Atlanta (USA). Si tratta di una formazione attiva in America da molti anni: il loro stile rappresenta uno dei più autentici esempi della musica Gospel tradizionale che ancora oggi é possibile ascoltare in quella regione. Il gruppo é stato fondato da Marvin Anderson noto pianista e compositore da molti anni attivo sulla scena musicale della Georgia, già vincitore di un “Award” con il brano “Pattern My Life”. Un concerto che regalerà al pubblico le emozioni che solo il “Traditional Gospel” con la sua carica di energia e religiosità sa offrire. Inizio ore 21:30, ingresso unico a sedere non numerato con biglietto a € 15 (+ dp) su Ticketone, Boxoffice Toscana, Biglietteria Teatro Manzoni.

La terza settimana di “Tutto il Natale di Siena”, il cartellone di eventi organizzato dal Comune di Siena con Banca Mps main sponsor, prosegue, giovedì 15 e venerdì 16 dicembre, con tanti appuntamenti all’insegna del gusto, tanta musica, teatro e nuove opportunità formato baby per vivere tutta la magia delle feste in città. Come ogni mercoledì torna il tradizionale appuntamento con il mercato Settimanale delle merci, che, in via del tutto eccezionale, sarà allestito dalle ore 7.30 del mattino fino alle ore 19.30 in via XXV Aprile. Nel corso della giornata tanti saranno gli appuntamenti dedicati alla musica. Si inizierà alle ore 15.30, in Viale Mazzini, alla sede della Pubblica Assistenza di Siena, con il coro Auser che intonerà alcuni canti natalizi. A seguire alle ore 18 l’Istituto Superiore di Studi Musicali Rinaldo Franci ospiterà l’evento “Note a piè di pagina”: conversazioni fra musica e libri a cura di Stefano Jacoviello. A conclusione della giornata, l’Ateno della danza, alle ore 21, porterà sul palco la magia de “Lo schiaccianoci”, la fiaba natalizia per eccellenza. La rappresentazione è a pagamento e su prenotazione. Per informazioni è possibile chiamare il numero 0577/222774.

Il Real Collegio, lo splendido edificio degli inizi del Cinquecento nel centro storico di Lucca, si vestirà a festa con le magiche luci del Natale e per tre giorni, da venerdì 16 a domenica 18 dicembre, diventerà una vetrina importante per l’artigianato di alta qualità. Fashion in Flair, dopo aver chiuso con successo la sua quinta edizione nel settembre scorso, ha deciso di puntare sulle festività natalizie ed accogliere nel chiostro coperto e nelle sale affrescate del piano nobile centodieci selezionati artigiani, espressione di tradizione e qualità. Un palcoscenico di eccezione per ospitare le loro creazioni nell’abbigliamento, accessori moda, gioielli e bijoux, beauty care, arredamento, arte e prelibatezze enogastronomiche.

Redazione Nove da Firenze