Rubrica — Running

Etruria Marathon il 9 settembre

Iscrizioni entro il 9 agosto per l'evento sportivo ad Arezzo


Domenica 9 settembre Arezzo farà da scenario alla Etruria Marathon, camminata ludico-motoria, non competitiva, ad anello a passo libero e aperta a tutti: viandanti, pellegrini, camminatori e atleti. La manifestazione è organizzata dall’associazione A Piede Libero e prevede quattro percorsi con grado di difficoltà crescente, con partenza, tutti alle 7,30 e arrivo al Parco Pertini.

Il percorso 1 “small” è lungo 12 chilometri, il 2 “medium” 24 chilometri, il 3 “large” 32 chilometri, il 4 “extra large” 42 chilometri. I percorsi attraverseranno il centro storico e le colline circostanti alla città, toccando i luoghi di maggior pregio quali l’anfiteatro romano, piazza Guido Monaco, piazza San Francesco, piazza Grande, la fortezza medicea, Castelsecco con le mura di San Cornelio e il teatro, Santa Maria delle Grazie percorrendo un tratto della via Romea Germanica fin sopra il convento di Sargiano, Croce del monte Lignano, complesso storico di Usciano, tratto della vecchia ferrovia Arezzo-Fossato di Vico, Bagnoro e ritorno ad Arezzo.

Le iscrizioni chiudono il 9 agosto: si possono fare sul sito www.etruriamarathon.it e sulla pagina Facebook dell’evento.

Il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini: “ad Arezzo la camminata non competitiva sta diventando una vera passione e una pratica sempre più utilizzata. Sarà una bella giornata di divertimento non limitata al centro storico. Io mi sono iscritto, assieme ai colleghi di giunta Marco Sacchetti e Tiziana Nisini. L'obiettivo è arrivare a 1.000 iscritti per questa bella iniziativa che lega importanti aspetti, dalla promozione alla socialità”.

Il presidente dell’associazione A Piede Libero Antonio Martini: “l’evento è organizzato in collaborazione con Agenzia di viaggi Happy Train, Anime Pioniere, Dopo Lavoro Ferroviario Arezzo. Gruppo Audace, Gruppo di cammino Uisp Parco Ducci, ItalTrekking, Passeggiatori Dopo Lavoro Ferroviario. I primi 12 chilometri sono di trekking urbano poi spazio agli altri percorsi, l'ultimo dei quali è ovviamente il più impegnativo. Ma accontentiamo tutti, dal grande camminatore alle persone meno allenate. Ci saranno alcuni ristori lungo il percorso, il primo a San Cornelio il secondo a Lignano. Siamo già a 600, due iscritti vengono dalla Sicilia”.

Redazione Nove da Firenze