Esodo vacanze: il primo sabato da bollino nero poi l'incubo dello sciopero casellanti

Traffico: il 3 agosto prevista la maggiore criticità su strade e autostrade ma si temono grossi disagi anche il 4 e 5 agosto per l'agitazione dei lavoratori di Autostrade. Oggi code e rallentamenti per un incidente sulla Fi-Pi-Li e per un camion che ha preso fuoco in una galleria dell'A1


Sta per arrivare il primo sabato da bollino nero, quello che indica la massima criticità del traffico su strade e autostrade italiane. Sabato 3 agosto e sabato 10 agosto sono quelli cruciali dell'esodo vacanziero 2019, per cui vengono raccomandate le "partenze intelligenti".

Ma anche i giorni seguenti saranno critici dal punto di vista del traffico, sia di andata che di ritorno dai luoghi di vacanza o week-end passato lontano dalla città. E su questi incombe lo sciopero dei lavoratori di Autostrade, proclamato per domenica 4 e lunedì 5 agosto. “Nove mesi di trattative non sono bastati per definire il rinnovo del contratto nazionale del settore autostrade e trafori”, sottolineano le Segreterie Nazionali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Sla-Cisal e Ugl Viabilità e Logistica, evidenziando che “la nostra risposta è dunque inevitabile, e sarà forte e determinata, esercitata attraverso lo sciopero già proclamato per il 4 e 5 agosto e con ulteriori iniziative che verranno comunicate in seguito. Non ci riteniamo responsabili - avvertono i sindacati - di eventuali responsabilità circa possibili disagi riscontrabili presso i caselli di uscita, in quanto saranno esclusivamente attribuibili alle decisioni delle aziende di neutralizzare gli effetti dello sciopero, dirottando il traffico sulle porte automatiche”.

Intanto, quella di oggi è stata una giornata difficile sulle strade toscane. Nel pomeriggio è rimasto chiuso per ore un tratto della Variante di Valico della A1 Milano Napoli tra l'allacciamento con la Panoramica e Badia in direzione di Firenze. Il provvedimento di chiusura a causa di un mezzo pesante che aveva preso fuoco all'interno della galleria Val di Sambro.

Stamani verso le 7 un incidente a catena tra quattro vetture aveva causato code e disagi sulla Fi-Pi-Li.

Ricordiamo che alle ore 16.00 è iniziato il divieto di circolazione dei mezzi pesanti che prosegue fino a stasera alle ore 22. Esso sarà nuovamente attivo dalle ore 08 di domani, sabato 3 agosto, fino alle ore 22 per riprendere domenica 4 agosto dalle ore 7 alle ore 22. Saranno in circolazione solo i veicoli commerciali debitamente autorizzati nonché quelli che fruiscono di particolari deroghe circa l’inizio o il termine del divieto.

PREVISIONI METEOROLOGICHE

Tempo prevalentemente stabile e soleggiato su gran parte del Paese, con temperature, ancora elevate o molto elevate al Sud e sulla Sardegna. Una perturbazione di origine atlantica, lambendo le aree alpine occidentali, sta interessando tutte le regioni settentrionali con rovesci e temporali sparsi, estendendosi in serata a quelle centrali adriatiche. Sabato residua instabilità che interesserà il Nord-Est ed i settori adriatici del Centro.

Il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte ha emesso, nella giornata di giovedì 1 agosto, un avviso di condizioni meteorologiche avverse, che prevede precipitazioni temporalesche su Lombardia, Veneto, in estensione, dal primo pomeriggio odierno, su Emilia Romagna e Marche.

Venerdì 2 agosto: generalmente molto nuvoloso sulle regioni settentrionali con precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, che interesseranno prima i settori alpini e di nord-ovest, estendendosi rapidamente al resto del Nord e, successivamente, alle Marche. Tempo stabile e soleggiato sul resto del Paese.

Sabato 3 agosto: residua instabilità atmosferica interesserà i settori di Nord-est e le regioni centrali adriatiche, con isolati rovesci o brevi temporali a prevalente sviluppo diurno, specie a ridosso dei rilievi. Tempo stabile e soleggiato sul resto del Paese.

Domenica 4 agosto: tempo generalmente stabile e soleggiato su tutto il Paese, con sviluppo di isolate nubi cumuliformi nelle ore pomeridiane a ridosso dei rilievi, con associati possibili rovesci o brevi temporali.

CONSIGLI ED INFORMAZIONI PER GLI AUTOMOBILISTI

Si invitano i conducenti a partire solo dopo aver controllato l’efficienza del veicolo nonché i documenti di guida e le notizie sul traffico dell’itinerario prescelto.

Si raccomanda di evitare qualsiasi distrazione alla guida; mantenere sempre idonea distanza di sicurezza dal veicolo che precede; moderare la velocità; allacciare le cinture di sicurezza anche nei sedili posteriori e assicurare i bambini con seggiolini ed adattatori. È vietato utilizzare i cellulari durante la guida senza vivavoce o auricolari. Fare soste frequenti, almeno ogni due ore di guida ininterrotta. Alcol e droghe sono incompatibili con la guida.

Si consiglia di prestare attenzione al contenuto dei Pannelli a Messaggio Variabile disponibili lungo la rete autostradale; per le informazioni aggiornate in tempo reale sul traffico sono disponibili i canali del C.C.I.S.S. (numero gratuito 1518, siti web www.cciss.it e mobile.cciss.it, applicazione iCCISS per iPHONE, il canale Twitter del CCISS), le trasmissioni di Isoradio, i notiziari di Onda Verde sulle tre reti Radio-Rai e sul Televideo R.A.I. pagina 640 e seg.

Ulteriori notizie sullo stato del traffico nella rete stradale di competenza Anas sono disponibili sul sito stradeanas.it alla sezione Info viabilità/Piani interventi (link www.stradeanas.it/it/piani-interventi) e attraverso i canali social corporate (Facebook.com/stradeanas e gli account Twitter @stradeanas, @VAIstradeanas e @clientiAnas) seguendo l’hashtag #esodoestivo2019. Le informazioni sul traffico sono inoltre disponibili sui seguenti canali: VAI (Viabilità Anas Integrata) all’indirizzo www.stradeanas.it/info-viabilità/vai; numero unico 800.841.148 del Servizio Clienti Anas per parlare con un operatore h24 e avere informazioni sulla viabilità oppure, digitando il tasto cinque, per avere una panoramica sullo stato del traffico sulla rete durante il fine settimana.

Altre informazioni sulla rete autostradale in concessione sono disponibili sui siti internet delle singole Società Concessionarie e, per numeri e contatti utili, sul sito www.aiscat.it/estate2019.htm.
Per coloro che sono diretti verso le località balneari della Croazia: è necessario portare al seguito i documenti validi per l’espatrio (anche dei minori) e per circolare in Slovenia lungo le autostrade e le strade extraurbane principali tutti i veicoli (auto e motoveicoli), con peso complessivo non superiore a 3,5 t, devono obbligatoriamente essere provvisti di un contrassegno prepagato (c.d. «vignetta») da apporre sul veicolo. A causa di questa previsione, in prossimità del confine italo-sloveno si potrebbero creare lunghe code di turisti diretti agli esercizi pubblici dove è possibile il loro reperimento. Al fine di non arrecare quindi ulteriori turbative al traffico ed in considerazione del fatto che il prezzo è invariato ovunque il contrassegno venga acquistato, sarebbe utile e prezioso che le vignette venissero acquistate con anticipo nei diversi punti vendita dislocati nelle Aree di servizio ubicate lungo la rete autostradale che adduce a Trieste. E’ fortemente sconsigliato attendere di arrivare all’ultima area di servizio in territorio italiano (Duino Sud) per acquistare il contrassegno, dove si rischia di contribuire ad un sovraffollamento con conseguenti gravi rischi per la sicurezza. Per rendere, peraltro, questa area di servizio più fruibile ai veicoli turistici, è stato imposto il divieto di sosta e fermata ai veicoli e ai complessi di veicoli, per il trasporto di cose, di massa complessiva superiore a 7,5 t dalle ore 14,00 del 26/07/2019 alle ore 22,00 del 27/07/2019. Tale divieto di sosta interessa anche l’area di servizio Calstorta Sud (TV) sita lungo la A4 nel tratto compreso tra Venezia e Portogruaro (VE). In alternativa al tracciato autostradale, è possibile raggiungere le località della costa croata percorrendo la strada E61/7 slovena senza, pertanto, dover pagare la «vignetta».

Per altre e più dettagliate informazioni si rimanda al Piano Esodo Estivo di Viabilità Italia.

Redazione Nove da Firenze