​Educazione alla cittadinanza, domani parte la raccolta firme a Firenze e nel resto d'Italia

La proposta di legge, sostenuta da Anci, per introdurre l’ora di educazione alla cittadinanza, come materia curricolare, nelle scuole di ogni ordine e grado


Domani a Firenze, e nel resto d'Italia, partirà la raccolta di firme per la proposta di legge, sostenuta da Anci, per introdurre l’ora di educazione alla cittadinanza, come materia curricolare, nelle scuole di ogni ordine e grado. Quella del 20 luglio sarà la prima di una serie di giornate di mobilitazione dei sindaci italiani, finalizzate a raccogliere le cinquantamila firme necessarie per il deposito della proposta di legge in parlamento.

Nella nostra città i banchetti per la raccolta delle firme saranno allestiti (dalle 10 alle 13) in piazza Beccaria, all'angolo con Borgo la Croce, piazza dell'Isolotto, presso il mercato, in piazza Leopoldo e in piazza Pellegrino Artusi, a Gavinana. A ciascun banchetto sarà distribuito materiale informativo e sarà illustrato l’articolato della proposta di legge. Il sindaco Dario Nardella e il presidente di Anci Toscana Matteo Biffoni saranno alle 10 al banchetto di piazza Beccaria. Sarà possibile firmare, nell'orario di apertura degli uffici, anche presso la segreteria generale del Comune di Firenze, a Palazzo Vecchio, e alle sedi dei consigli di quartiere.

Da domani, venerdì 20 Luglio 2018, in tutti gli uffici relazione con il pubblico del Comune di Empoli e dei Comuni dell’Unione Empolese Valdelsa, sarà possibile lasciare la propria firma, muniti sempre di un documento di identità valido, negli orari di apertura al pubblico. Per il Comune di Empoli gli orari di apertura dell’Urp nel periodo estivo dal 23 luglio al 25 agosto sono: dal lunedì al venerdì 8-13.30 e sabato 8.30-12; gli orari degli altri Urp dei Comuni dell’Empolese Valdelsa sono consultabili nei rispettivi siti web.

La durata della campagna di raccolta delle firme è di centottanta giorni (6 mesi). Della delegazione che si è recata a Roma il 14 giugno scorso hanno fatto parte anche il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, il sindaco di Mantova Mattia Palazzi, il sindaco di Chieti Umberto Di Primio, il sindaco di Valdengo (Biella) Roberto Pella, il sindaco di Cerignale e coordinatore nazionale Anci piccoli Comuni Massimo Castelli, i vicesindaci di Bologna Marilena Pillati e di Gessopalena (Chieti) Mario Zulli e l’assessore alla Cultura del Comune di Casnate con Bernate (Como) Maria Grazia Sassi.

Redazione Nove da Firenze