Domenica alle 18.00 la sfida dell'Olimpico

Foto tratte dal sito ufficiale www.acffiorentina.com

I Viola in diretta su Sky Sport. La Roma vorrà riscattare il pareggio in Europa League. E davanti ha Dzeko. Paulo Fonseca ha parlato alla vigilia della gara. Un passo falso avvicinerebbe Sarri a Firenze


Dopo il rocambolesco 3-3 in casa del Milan e il meno soddisfacente 0-0 di Europa League contro il CSKA Mosca, la Roma punta a tornare subito alla vittoria per scacciare le prime critiche. Per domenica, il calendario della Serie A propone ai giallorossi il match interno con la Fiorentina, faticosamente reduce dal successo con l'Udinese in campionato e dalla qualificazione nel turno di Coppa Italia con il Padova. Le statistiche dicono che la Roma dovrà stare molto attenta nei primi minuti: la Fiorentina in quattro delle ultime cinque partite (fra campionato e Coppa Italia) è andata in gol nel primo quarto d'ora.

Ecco le parole del tecnico portoghese Paulo Fonseca in conferenza stampa: “Questa Fiorentina è una grande squadra. Hanno preso molti giocatori di qualità, con esperienza in Serie A. Hanno tante soluzioni, giocano bene, sarà una partita difficile contro una grande squadra. È una formazione che può ambire dal settimo al primo posto”.

Come mai i giocatori come Pedro, Ibrahimovic, Ribery, che faticavano in altri campionati, in Italia sono così decisivi?

“In Italia non si guarda l’età dei giocatori, ma si vede la qualità. Ed è una cosa positiva. In altri paesi quando arrivano vicino ai 30 anni, iniziano a dire che sono vecchi. È molto importante non guardare l’età, ma il valore e la condizione fisica dei calciatori”.

In attesa di una doppia trasferta di campionato, prima i giallorossi e poi il Parma, poi una nuova sosta per le nazionali, stamani i viola si sono allenati sul campo con un lavoro tattico di avvicinamento alla gara contro la Roma. L'ultima partita tra Roma e Fiorentina in Serie A terminò tra le polemiche. Il 2-1 a favore dei giallorossi maturò grazie a una doppietta di Jordan Veretout, entrambi i gol realizzati dal dischetto, grazie a due discutibili decisioni arbitrali.

Intanto in questi giorni la Juventus si è separata definitivamente dall’ex allenatore Maurizio Sarri. Nel suo futuro non sembra esserci la Fiorentina, che ha ripreso il suo cammino positivo con Beppe Iachini. Ma che succederà dopo la partita contro la Roma?

Redazione Nove da Firenze