Domani codice giallo per rischio neve

Gli scenari previsti su gran parte della Toscana. Invito a proteggere i contato dell'acqua


Domani codice giallo per rischio neve. Lo stabilisce il nuovo bollettino del Centro funzionale regionale per la zona che comprende anche il Comune di Firenze (oltre a quelli di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa). L'allerta scatterà alla mezzanotte e si concluderà, 24 ore dopo, alla mezzanotte di mercoledì 23 gennaio. Ecco più nel dettaglio le zone di allerta (arancione) e vigilanza (giallo):

  1. Codice arancione Dalle 12 di domani e fino alla mezzanotte di domani martedì 22 gennaio. Valido per: Valdarno, Casentino, Valdichiana, Mugello, valli del Fiora e dell'Albegna, valle dell'Ombrone Grossetano, Romagna toscana, Valtiberina.
  2. Codice giallo Valido per oggi, lunedì 21 gennaio a partire dalle 18 e fino alle 12 di domani martedì 22, per: Valdarno, Casentino, Valdichiana, Mugelllo, Valli del Fiora e dell'Albegna, Valle dell'Ombrone Grossetano, Romagna toscana, Valtiberina.
  3. Dalla mezzanotte di oggi e fino alla mezzanotte di domani, martedì 22, per: Valdarno, Valdelsa e Valdera, valli di Bisenzio e Ombrone Pistoiese, Costa etrusca e interno, valle del Reno.

Previsione fino alle 24 di domani

La circolazione depressionaria sul Tirreno meridionale pilota correnti umide sulla nostra regione con deboli precipitazioni. Domani, martedì minimo depressionario in ulteriore avvicinamento.

NEVE: oggi, lunedì, deboli nevicate dal tardo pomeriggio a quote collinari (300-500 metri) sulle zone centro meridionali e a quote inferiori sull'Alto Mugello. Accumuli massimi fino a 10 cm in MONTAGNA (600-1000 metri) e fino a 2 cm in COLLINA (intorno ai 500 metri); in alta Val Tiberina, Casentino e Alto Mugello possibili accumuli fino a 5 cm in COLLINA (intorno a 200-400 metri). Domani, martedì, in particolare dal pomeriggio neve a quote collinari (200-400 metri) su gran parte della Toscana (zone interne). Accumuli fino a 10-20 cm a quote collinari su Amiata, Colline Metallifere, Alto Mugello, Casentino e Alta Val Tiberina; sulle altre colline in genere accumuli intorno ai 2 cm. Possibili nevicate anche a quote di pianura (<200 metri) ma senza accumuli.

Sono possibili fenomeni occasionalmente pericolosi per l'incolumità delle persone, in grado di causare disagi e danni a carattere locale. Sono possibili temporanei problemi alla circolazione stradale con interruzioni localizzate della viabilità, ritardi nei collegamenti terrestri, ferroviari ed aerei. Sono possibili localizzati problemi alle reti aeree di comunicazione e di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità) con temporanei blackout elettrici e telefonici. Sono possibili occasionali cadute di rami e rotture di alberi.

Con il ritorno del clima freddo e in vista delle possibili gelate previste nelle prossime ore soprattutto nelle zone interne e nelle aree collinari, si rinnova l'invito a tutti ad adottare idonee misure per la protezione dei contatori dell’acqua. Per evitare danneggiamenti bastano pochi accorgimenti, come quello di inserire nell'alloggio del contatore stracci di lana e materiali isolanti e polistirolo. Se il tubo è esposto, può essere utile anche lasciare aperto il rubinetto con un piccolissimo rivolo.

Redazione Nove da Firenze