Corteggio storico 2019: l'offerta dei Ceri alla Cappella della Cintola

Stamani a Prato il Solenne Pontificale in Duomo officiato da Monsignor Nerbini, al suo "debutto"


Con la tradizionale offerta dei Ceri alla Cappella della Cintola della Madonna da parte dell'Amministrazione comunale e il Solenne pontificale nel Duomo, officiato dal nuovo Vescovo Monsignor Giovanni Nerbini, si sono aperte stamani le celebrazioni per il 52° Corteggio storico di Prato, la principale festività civile e religiosa della città. Un evento nell'evento quest'anno, con la prima Ostensione celebrata da Monsignor Nerbini, accolto ieri con grande calore da tutta la città. Nonostante la pioggia battente, la Cattedrale era gremita di persone che con grande emozione hanno atteso l'apertura della teca in cui è custodita la reliquia del Sacro Cingolo: «La donazione dei ceri da parte del Comune si Prato in dono alla Cattedrale nel giorno della festa della Madonna è una tradizione antica che rinnova il legame con la Cintola, un riferimento per chi crede e chi no, per chi è nato a Prato e per chi ci è arrivato - ha detto il sindaco Matteo Biffoni - Nel suo primo Pontificale auguro a Monsignor Nerbini un percorso lungo e proficuo qui a Prato, la Diocesi e la società civile camminano fianco a fianco per la città».

La partenza del corteo da piazza del Comune con i 40 gruppi storici provenienti da tutta Italia è attesa per le 19.30, segnata dai rintocchi della campana di Palazzo Pretorio La Risorta.

Redazione Nove da Firenze