Corsi di restauro di beni culturali: finanziati dalla Regione Toscana

I corsi avranno tutti e tre la durata di 2700 ore di cui 810 saranno stage


Presentati oggi in Palazzo Vecchio, alla presenza dell’assessore allo sviluppo economico e turismo, Cecilia Del Re, i corsi sono in partenza grazie al finanziamento della Regione Toscana.

Frutto di una collaborazione tra Confartigianato Imprese Firenze, CNA Firenze e Scuola Edile, i corsi avranno tutti e tre la durata di 2700 ore di cui 810 saranno stage.

Ogni corso avrà 12 allievi e darà ai partecipanti la qualifica di “Tecnico esperto del restauro di beni culturali”

Sarà gestito da CONFARTIS (Agenzia Formativa di Confartigianato Imprese Firenze accreditata presso la Regione Toscana ) il corso per il settore Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile

CNA FIRENZE tramite l’agenzia formativa SOPHIA formerà invece gli allievi che si specializzeranno nel settore Manufatti scolpiti in legno, arredi e strutture lignee.

E per il settore Superfici decorate dell’architettura «FRESCO» sarà la SCUOLA EDILE a tirare le fila.

“Un corso che va ad arricchire l’offerta formativa di un settore importantissimo pe Firenze perché fa parte della storia della nostra città – ha detto l’Assessore allo sviluppo economico Cecilia Del Re – E’ importante che nuovi giovani possano acquisire competenza in questo ambito e continuare a portare nel mondo la capacità dei nostri artigiani e restauratori, chiamati sempre più all’estero per tutelare il patrimonio esistente.”

“In qualità di coordinatore di due dei corsi – ha commentato Simone Beneforti Presidente della Sezione Restauro CNA Firenze e Toscana – sono orgoglioso di affermare che grazie all’importante parternariato presente su tutti i progetti e al confronto con i massimi esperti nel settore del restauro, siamo in grado di dare un’offerta formativa solida e articolata che contiamo incida in maniera significativa sul tessuto produttivo del nostro territorio, oltre che sul destino dei giovani futuri professionisti del restauro”

Per iscriversi ai corsi è necessario risiedere in Italia; avere un’età pari o superiore ai 18 anni, non avere contratto di lavoro (essere inattivi, inoccupati, disoccupati) aver terminato l’istruzione di secondo ciclo (titolo attestante il compimento del percorso relativo al secondo ciclo dell’istruzione: sistema dei licei o sistema dell’istruzione e formazione professionale). Avere una conoscenza della lingua italiana almeno pari al livello A2.

“Un percorso formativo come questo – ha commentato, Alessandro Sorani (Confartigianato Imprese Firenze) - è cruciale perché va a creare nuovi posti di lavoro in un settore che è in crescita nonostante le diatribe a livello normativo”

“Siamo orgogliosi – ha aggiunto Giacomo Cioni (CNA Firenze) - di aver presentato e vinto questi tre progetti che ci vedono protagonisti della formazione di nuova professionalità sul territorio fiorentino”

I corsi hanno l’obbligo di frequenza e si terranno nelle sedi indicate nei rispettivi bandi.

Redazione Nove da Firenze