Coronavirus: video-letture e filastrocche delle maestre per i piccoli “alunni”

A caccia dell'orso andiamo

Il messaggio delle educatrici dei nidi comunali ai bambini di Bagno a Ripoli Anche a Pisa video realizzati dagli educatori delle scuole d’infanzia


La canzoncina di Zorro e letture di fiabe e filastrocche ad alta voce. Sono i video-messaggi che le insegnanti e le educatrici dei nidi comunali di Bagno a Ripoli hanno inviato alle famiglie dei piccoli alunni: un modo, spiegano le maestre, “per intrattenerli durante le lunghe giornate a casa che si prospettano nelle prossime settimane, e per strappargli un sorriso con le filastrocche e i racconti che di solito condividiamo in classe”. Ma anche un'occasione, aggiungono, “per dire ai nostri 'pulcini' che li pensiamo e che presto ci riabbracceremo”. I video-messaggi sono stati condivisi con i genitori dei bambini dei nidi comunali attraverso le chat di Whatsapp e da oggi saranno a disposizione di tutti anche sui canali social e sul profilo Youtube del Comune di Bagno a Ripoli.

“Un ringraziamento di cuore alle nostre educatrici che anche a distanza continuano a prendersi cura dei loro piccoli 'studenti' - dicono il sindaco Francesco Casini e l'assessore alla scuola Francesco Pignotti -. Sappiamo che le prossime settimane saranno difficili per tutti e in particolare per i bambini che sono abituati a dare un sano e libero sfogo alla loro energia con tante attività, fuori casa e a scuola. Bisogna avere pazienza e rispettare le regole per tornare alla normalità prima possibile. I bambini ci stupiranno perché spesso comprendono meglio degli adulti. Adesso, anche grazie all'aiuto delle loro maestre”.

«Ciao bambine, ciao bambini, ciao a tutte le famiglie, noi siamo qua all’asilo, voi non ci siete e ci mancate tantissimo. Abbiamo pensato di fare una cosa speciale per voi per sentirci più vicini in questi momenti difficili. Vi leggeremo la storia del “Piccolo ragno che tesse e tace”. Ve la leggeremo in un modo un po’ speciale. Un bacio da tutte noi. Ciao». È il video che le insegnanti del nido d’infanzia “Toniolo” del Comune di Pisa hanno registrato per rimanere vicini ai bambini costretti a casa dopo la chiusura delle scuole dello scorso 5 marzo a causa delle misure di restrizione per il contenimento del virus COVID-19. L’iniziativa, nata dai servizi educativi del Comune di Pisa per stare vicini ai bimbi e alle bimbe degli dei nidi d’infanzia (da 0 a 36 mesi) e scuole dell’infanzia (da 3 a 6 anni), consiste nella realizzazione di una serie di brevi video per continuare a essere presenti nella vita dei bambini e bambine che hanno frequentato mantenere le relazioni. I video sono stati inviati alle famiglie tramite whattsapp.

«Quando Marina Bellanti, coordinatrice pedagogica, mi ha inviato il primo video girato dalle educatrici di uno dei nostri nidi dedicato ai loro bambini, ho apprezzato moltissimo l’iniziativa – dice , Sandra Munno assessore alle politiche socioeducative e scolastiche -. L’idea così spontanea e virtuosa mi ha dato l’occasione per riflettere sull’importanza della relazione che si sviluppa tra educatrici, educatori e bambini, attraverso, non solo il contatto corporeo, ma anche il ripetersi di gesti delle routines del gioco. Pertanto ho pensato che questa iniziativa meritasse di essere valorizzata, raccogliendo i video realizzati anche dalle educatrici ed educatori di altri nidi del nostro Comune e invitandoli a farne ancora, per metterli a disposizione di tutti, attraverso la rete, in un canale dedicato a loro. Ringrazio di cuore Marina Bellanti e tutte le nostre educatrici e educatori che, malgrado il momento così difficile per tutti, hanno, con la loro iniziativa, dato un esempio costruttivo e un senso di fiducia».

Da oggi i primi video realizzati sono visibili a tutti sul canale ufficiale di YouTube del Comune di Pisa, con una playlist dedicata dal titolo “A casa con voi”. Viene anche raccontata, con il gioco delle ombre cinesi, la favola “Il piccolo rango tesse e tace” di Eric Carle. Gli insegnanti del nido di Marina di Pisa invece hanno realizzato un simpatico video con una canzoncina “Con le dita e con le mani”. In futuro ne sono previsti con altre tipologie di attività, per disegnare e fare piccoli giochi da casa.

Redazione Nove da Firenze