Coronavirus: un appello a vaccinarsi dalle confessioni religiose

Il punto sulle vaccinazioni anti-Covid in Toscana, mentre a livello nazionale divampa la polemica sulle quantità fornite dalle case farmaceutiche


Vaccinazione anti Covid: un appello sarà rivolto a tutta la popolazione Toscana dalle Confessioni Religiose e Tradizioni Spirituali, su iniziativa degli assessori regionali Alessandra Nardini (Istruzione) e Simone Bezzini (Sanità e Diritto alla Salute),

Si è avviata dal 27 dicembre 2020 la campagna vaccinale anti-Covid. Alle 12.00 di oggi sono state effettuate complessivamente 85.852 vaccinazioni, 3.265 in più rispetto a ieri (+4%), tenendo presente che le Aziende del Sistema Sanitario Regionale proseguono per l'intera giornata. La Toscana è la 5° regione per % di dosi somministrate su quelle consegnate (l’82,1% delle 104.590 consegnate), per un tasso di vaccinazioni effettuate di 2.306 per 100mila abitanti (media italiana: 2.295 per 100 mila).

L’Azienda USL Toscana nord ovest che prevede in questa prima fase di raggiungere operatori del sistema sanitario e ospiti delle Residenze sanitarie assistenziali. A ieri (24 gennaio) le vaccinazioni effettuate erano 18.261 di cui 16.138 per prime dosi tra operatori sanitari (12.815), altro personale (789) e ospiti delle Residenze sanitarie assistenziali (2.534). Sono stati vaccinati 5.559 uomini e 10.579 donne. Per quanto riguarda le fasce d’età la maggior parte dei vaccinati, a ieri (24 gennaio), apparteneva ancora alla fascia 50-59 anni: 4.268; segue la fascia d’età 40-49 con 2.934 vaccinati; quindi la fascia 60-69 con 2.754; poi la fascia 30-39 con 2.205; la fascia 20-29 con 1.571; la fascia 80-89 con 891; segue la fascia 70-79 con 746 vaccinati; ultima la fascia oltre i 90 anni con 744.

E’ comunque possibile seguire in tempo reale l’andamento della campagna di vaccinazione anti-Covid, avviata in Toscana il 27 dicembre scorso, grazie al nuovo portale web regionale, on line dallo scorso 7 gennaio 2021.

Redazione Nove da Firenze