Coronavirus: muore a 65 anni Paolo Grassi ex sindaco di Fivizzano

Era ricoverato da due giorni all'ospedale: le sue condizioni si sono aggravate in poche ore. Il dolore dell'assessore regionale Bugli: "Un uomo delle istituzioni". Legambiente: "Resterà come esempio e riferimento"


Paolo Grassi è stato sindaco di Fivizzano per dieci anni, fino al 2019. E’ morto dopo aver contratto il coronavirus Covid-19. L’assessore alla presidenza della Toscana, Vittorio Bugli, lo ricorda e manda un messaggio di condoglianze ai familiari e alla comunità.

“Sono addolorato per la scomparsa di Paolo. E’ stato il sindaco – ricorda Bugli - che ha seguito il percorso di nascita delle due cooperative di comunità del comune, tra le ventiquattro che la Regione ha sostenuto nel 2018 convinta che potessero essere una risposta allo spopolamento dei territori più isolati e marginali. Paolo, che ho incontrato quando ho visitato le due realtà, ci aveva creduto e vedeva in questo strumento un’occasione di rinascita per i piccoli borghi. Era un uomo delle istituzioni e fino alla fine del suo mandato ha sostenuto la sua comunità”.

Paolo Grassi aveva 65 anni ed era ricoverato solo da due giorni in ospedale: purtroppo le sue condizioni si sono aggravate nel giro di poche ore. Era asmatico e le complicanze polmonari dovute al Covid-19 non gli hanno lasciato scampo. Nel 2018 era stato insignito in Senato del premio “Cento mete d’Italia”, attribuito a cento primi cittadini che hanno contribuito con idee originali, virtuose e legate alla radici, al miglioramento della qualità della vita nei loro territori.

Fino a ieri, domenica 15 marzo, erano 108 i contagiati da Covid-19 in tutta la provincia di Massa Carrara.

La notizia ha creato grande dolore in tutta la regione e particolarmente in Lunigiana. "Tutta Legambiente - si legge in una nota - , dalla Direzione nazionale al Direttivo della Toscana fino al circolo della Lunigiana è rimasta attonita per la perdita inaspettata dell’amico Paolo Grassi.

Paolo è stato un riferimento per l’associazione come esempio di Sindaco sempre in prima fila sulle battaglie per costruire un futuro per i Piccoli Comuni e le aree interne del nostro Paese, anche oltre i confini del suo Comune, Fivizzano.

È stato a fianco di Legambiente nella campagna Voler Bene all’Italia a favore dei Piccoli Comuni e per lo sviluppo sostenibile delle aree interne, ed ha sempre creduto che l’Istituzione dei Parchi fosse uno strumento forte di sussidiarietà per l’Appennino. Infatti era sempre orgoglioso nel ricordare che Fivizzano aveva ben due Parchi e riconoscimenti Unesco.

Legambiente si augura che Paolo Grassi possa rimanere come esempio e riferimento per gli amministratori ed i cittadini della Lunigiana e di tutto l’Appennino e ristorare così, solo parzialmente, questa grande perdita.

L’associazione si stringe idealmente intorno alla famiglia in questo momento di dolore".

Redazione Nove da Firenze