Coronavirus in Toscana: a oggi 9 marzo 208 contagiati, 43 nelle ultime 24 ore

Dei nuovi tamponi risultati positivi 17 sono stati analizzati nel laboratorio di virologia e microbiologia di Careggi, 15 in quello di Pisa e 11 a Siena. Salgono a 2.522 le persone in isolamento a casa


Sono 43 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Toscana nelle ultime ventiquattro ore. Il monitoraggio è quello di mezzogiorno di oggi, lunedì 9 marzo.

Ieri, domenica 8 marzo, i nuovi positivi erano stati 53. I contagiati dall’inizio dell’emergenza salgono dunque in tutta la regione a 208, comprese tre persone clinicamente guarite, un deceduto e un paziente definitivamente guarito.

Dei 43 nuovi tamponi risultati positivi nelle ultime ventiquattro ore, 17 sono stati analizzati nel laboratorio di virologia e microbiologia di Careggi, 15 in quello di Pisa e 11 a Siena.

I dati sono stati trasmessi dagli uffici dell’assessorato al Ministero della salute.

Questa la suddivisione per provincia di segnalazione o ricovero fino ad oggi, che può non coincidere con quella di residenza: 51 a Firenze, 16 a Pistoia e 5 Prato (totale Asl centro: 72); 31 a Lucca, 28 a Massa Carrara, 20 a Pisa, 10 a Livorno (totale Asl Nord-Ovest: 89); 6 a Grosseto, 29 a Siena e 12 ad Arezzo (totale Asl Sud est: 47).

Salgono a 2.522 le persone in isolamento a casa in tutta la Toscana, 128 in più rispetto a ieri. Di queste 716 erano le persone prese in carico da numero dedicato e 1.086 da contatti stretti con casi positivi.

In totale, dall’inizio dell’emergenza, sono state testate 1711 persone di cui 1432 negative, 208 positive e 71 in corso.

ASL TOSCANA CENTRO. Sono 18 i casi positivi, tra ieri sera e oggi, nei territori dell’Ausl Toscana Centro. 17 di questi sono il risultato dei test diagnostici ricevuti nella tarda serata di ieri, mentre 1 caso aggiornato ad oggi pomeriggio. Di seguito il dettaglio.

10 casi nel territorio fiorentino:

Un uomo di 62 anni di Firenze ricoverato al Santa Maria Annunziata in buone condizioni,

un uomo di 63 anni di Firenze, in buone condizioni, in isolamento presso il proprio domicilio con sorveglianza attiva del medico di medicina generale e del dipartimento di prevenzione,

un uomo di 70 anni di Scandicci, ricoverato in buone condizioni a Careggi,

un uomo di 65 anni di Firenze ricoverato a Careggi

una donna di 55 anni di Firenze ricoverato al Santa Maria Annunziata in buone condizioni,

un uomo di 62 anni di Figline Valdarno ricoverato al Santa Maria Annunziata in discrete condizioni,

una donna di 64 anni di Scandicci, ricoverata a Careggi,

una donna di 71 anni di Firenze ricoverata in buone condizioni a Careggi

una donna di 73 anni di Firenze ricoverata in discrete condizioni a Careggi

un uomo di 77 anni di Firenze ricoverato in discrete condizioni a Careggi

1 caso nel territorio pratese:

una donna di 44 anni di Prato ricoverata in buone condizioni al Santo Stefano di Prato

2 casi nel territorio empolese

Un uomo di 29 anni di Montelupo fiorentino, ricoverato in buone condizioni al Santo Stefano di Prato,

una donna di 66 anni di Fucecchio, in buone condizioni, in isolamento presso il proprio domicilio con sorveglianza attiva del medico di medicina generale e del dipartimento di prevenzione

5 casi nel territorio pistoiese:

un uomo di 86 anni di Pistoia, ricoverato in discrete condizioni al San Jacopo di Pistoia,

un uomo di 62 anni di Pistoia, ricoverato in discrete condizioni al San Jacopo di Pistoia,

un uomo di 78 anni di Quarrata ricoverato in discrete condizioni al San Jacopo di Pistoia,

un uomo di 60 anni di Agliana ricoverato in discrete condizioni al San Jacopo,

una donna di 60 anni di Agliana in buone condizioni, in isolamento presso il proprio domicilio con sorveglianza attiva del medico di medicina generale e del dipartimento di prevenzione

A breve, conclusa l’indagine epidemiologica per individuare i contatti stretti dei singoli soggetti contagiati, saranno informate adeguatamente le autorità territoriali.

L’Azienda raccomanda di seguire le indicazioni nazionali e regionali finalizzate a prevenire la diffusione del virus Covid 19, ovvero quei comportamenti da adottare a tutela della propria salute e delle persone più fragili (ad esempio bambini e anziani), tra cui lavare spesso le mani con acqua e sapone o gel alcolico, mantenere una distanza di sicurezza di almeno un metro, evitare di frequentare se possibile luoghi affollati e restare a casa nel caso in cui si abbia anche solo qualche linea di febbre.

Redazione Nove da Firenze