Coronavirus: da stasera Mercafir misura la febbre a tutti quelli che entrano

Aumentano le disposizioni di sicurezza. Avviata anche una sanificazione aggiuntiva con nebulizzazione a freddo. Il Centro Alimentare conferma un ampio assortimento di prodotti freschi


Continua con grande regolarità l’attività del Mercato agroalimentare di Firenze gestito da Mercafir Scpa. Il Centro Alimentare Polivalente di Firenze è la principale fonte di approvvigionamento di prodotti alimentari freschi della città di tutta l’area Metropolitana. In questo periodo di emergenza legata al Coronavirus Mercafir S.c.p.A ha emanato specifiche disposizioni per garantire un elevato controllo del rispetto delle misure espresse dal decreto del governo, raccomandando alle strutture interne l’osservanza delle norme igienico-sanitarie previste.

In aggiunta a tutte le disposizioni già adottate, inerenti tutte le misure di contenimento necessarie alla tutela dell’attività di mercato (distanza interpersonale di 1 metro durante lo svolgimento delle proprie attività di mercato, l’uso di guanti e mascherine, evitare assembramenti), Mercafir ha stabilito che da stasera, 24 marzo, dalle ore 23 alle ore 8 e successivamente tutti i giorni dal lunedì al sabato nel medesimo orario, verrà rilevata la temperatura corporea a tutte le persone in fase di ingresso al Centro Alimentare Polivalente. Gli accessi presidiati saranno quello della Portineria di Via dell’Olmatello e il Tornello pedonale di Piazza Artom. Viene invece momentaneamente disattivato l’accesso pedonale dal tornello di Viale Guidoni, che rimarrà attivo per la sola uscita.

Mercafir comunica che, alle persone che risulteranno avere una temperatura corporea superiore a 37,5°C, sarà interdetto l’accesso al Centro Alimentare, come previsto dall’accordo Governo Parti Sociale del 14 marzo 2020. Mercafir ha provveduto ad affiggere su tutta l’aria mercatale cartellonistica con le modalità di acceso da seguire, sia per i fornitori esterni che per i concessionari.

A partire da domani inoltre, in aggiunta alle quotidiane sanificazioni agli ambienti già disposte ed eseguite quotidianamente dallo scorso 16 marzo, inizierà un programma di sanificazione ambientale aggiuntivo, attraverso una nebulizzazione a freddo.

Tale intervento avrà cadenza settimanale e si svolgerà ogni mercoledì per la durata di otto settimane nei seguenti ambienti: corridoio centrale e laterale Padiglione 1 ortofrutta;

Edificio BC: uffici, corridoi, scale, ascensori, bagni; edificio E uffici, bagni, spogliatoi, sala riunioni;

portineria M1 uffici e bagni e bagni pubblici.

Per quanto concerne il Mercato Carni la sanificazione ambientale mediante nebulizzazione sarà attiva da sabato 28 marzo.

Questa mattina il Mercato ha aperto regolarmente alle 3 per l’attività di vendita all’ingrosso dei prodotti ortofrutticoli ed alle 6 per l’attività di vendita all’ingrosso di prodotti ittici e carni. In data odierna alle ore 10 si sono registrati in totale 1.090 ingressi. Oggi si è registrato una leggera diminuzione dei prodotti ortofrutticoli in entrata presso il Centro Agroalimentare. La G.D.O. (Grande Distribuzione Organizzata) mantiene la sua richiesta stazionaria. In diminuzione del 10% gli acquisti da parte dei negozi tradizionali (negozi ortofrutta e generi alimentari) ma si registra un calo del 50% - 60% degli acquisti dagli ambulanti. La richiesta dei prodotti della IV gamma, ovvero i prodotti ortofrutticoli freschi confezionati e pronti per il consumo, rimangono in aumento costante del 20% rispetto alla media. La fornitura dei prodotti si mantiene regolare e non vi sono misure restrittive al transito o al trasporto merci su tutto il territorio nazionale, come specificato nel D.P.C.M., e come specificato dall’ Organizzazione Mondiale della Sanità i prodotti alimentari non sono un mezzo di trasmissione del virus. Al momento si conferma quindi un ampio assortimento di prodotti freschi senza criticità negli approvvigionamenti. Trend positivo per quanto riguarda la richiesta dei prodotti biologici. Sostanzialmente nella media i prezzi dell’ortofrutta.

Grazie all’osservazione di Borsa Merci Telematica sui centri agroalimentari all’ingrosso e grazie al lavoro svolto insieme a Unioncamere e Italmercati, ecco i consigli sui migliori prodotti ortofrutticoli in termini di qualità prezzo, favorendo così una spesa consapevole. Buoni prezzi e ottima qualità per fragole, kiwi, arance, limoni, mele e pere, carciofi, radicchi, asparagi, cicorie, finocchi, melanzane. Continua invece la criticità del settore ittico con vendite quasi azzerate. Vendite stazionarie nel settore Carni, così come i prezzi.

Mercafir informa inoltre che continua la chiusura del mercato al pubblico per la giornata di sabato e che l’attività del mercato delle opportunità è sospesa per questioni organizzative interne fino a data da destinarsi. Le misure fino ad oggi adottate continuano ad assicurare regolare approvvigionamento e distribuzione dei prodotti freschi, mantenendo un elevato controllo sulla qualità e sulla sicurezza alimentare.

Redazione Nove da Firenze