Coronavirus: 197 nuovi positivi, l’età media è 40 anni

Sabato 3 ottobre 2020 un decesso e 67 nuovi casi nella sola Asl Toscana nord ovest. Focolaio nei magazzini GLS di Campi e Sesto Fiorentino. A Borgo San Lorenzo e in Valdinievole il "drive- through” raddoppia per aumentare i tamponi. A breve una nuova postazione anche a Montecatini


In Toscana sono 15.391 i casi di positività al Coronavirus, 197 in più rispetto a ieri (97 identificati in corso di tracciamento e 100 da attività di screening). I nuovi casi sono l’1,3% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 10.435 (67,8% dei casi totali). I test eseguiti hanno raggiunto quota 766.448, 8.839 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 3.790, +4,4% rispetto a ieri. I ricoverati sono 123 (4 in meno rispetto a ieri), di cui 24 in terapia intensiva (stabili). Oggi si registra 1 nuovo decesso: una donna di 98 anni. L'età media dei 197 casi odierni è di 40 anni circa (il 13% ha meno di 20 anni, il 38% tra 20 e 39 anni, il 36% tra 40 e 59 anni, il 9% tra 60 e 79 anni, il 4% ha 80 anni o più) e, per quanto riguarda gli stati clinici, il 65% è risultato asintomatico, il 18% pauci-sintomatico. Delle 197 positività odierne, 4 casi sono ricollegabili a rientri dall'estero. Il 40% della casistica è un contatto collegato a un precedente caso.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (vi rientrano anche 9 casi comunicati ieri, la cui informazione sulla provincia di residenza non era ancora disponibile). Sono 4.424 i casi complessivi ad oggi a Firenze (35 in più rispetto a ieri), 949 a Prato (35 in più), 1.076 a Pistoia (29 in più), 1.542 a Massa (3 in più), 1.893 a Lucca (19 in più), 1.691 a Pisa (35 in più), 789 a Livorno (18 in più), 1.196 ad Arezzo (10 in più), 669 a Siena (21 in più), 615 a Grosseto (1 in più). Sono 547 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 99 quindi i casi riscontrati nell'Asl Centro, 75 nella Nord Ovest, 32 nella Sud est. In questi conteggi, come detto, rientrano anche 9 casi comunicati ieri, attribuiti solo oggi alla propria Asl di residenza. La Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 413 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 530 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 791 casi x100.000 abitanti, Lucca con 488, Firenze con 437, la più bassa Livorno con 236.

Focolaio di Covid-19 nei centri di smistamento GLS di Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino. Tra i 115 magazzinieri impiegati – dipendenti in appalto del Consorzio Elettra - sono almeno 50 i positivi accertati, a cui se ne potrebbero sommare altri ancora in attesa di esito del tampone. Sono questi i risultati del tamponamento di tutto il personale eseguito tramite un privato e richiesto dai lavoratori e dalle organizzazioni sindacali Si Cobas e Adl Cobas dopo che nella giornata di lunedì erano emersi tre casi di positività al coronavirus e molti dipendenti mostravano già sintomatologie associabili al virus.

"Purtroppo per i lavoratori di GLS la mascherina evidentemente non è stata sufficiente ad evitare il contagio di 50 persone. Il fatto evidente è che il rispetto delle misure contenute nel Protocollo sulla sicurezza sottoscritto da governo e parti sociali non è sufficiente a scongiurare l'esplosione di focolai di questo tipo" affermano da Si Cobas e ADL Cobas, che appoggiano la richiesta dei lavoratori di sospendere le attività dei magazzini per il tempo necessario a fermare la diffusione del virus e di procedere alla riapertura dopo un nuovo tampone a tappeto.

A partire dalla scorsa settimana è stato incrementato l’orario di attività presso il punto drive through di Borgo San Lorenzo, con la possibilità di effettuare 36 tamponi in piu’ al giorno (108 la settimana). I cittadini, su specificazione indicazione dell'Azienda sanitaria, possono recarsi al punto prelievi dedicato nei giorni di lunedì giovedì e venerdì dalle ore 10 alle ore 13, sabato dalle ore 9 alle ore 12 con tempistica di erogazione pari a 5 minuti. Attualmente la disponibilità per effettuare il tampone è entro le 48 ore. Con questa modalità, la persona interessata raggiunge il punto prelievi drive through con la propria auto, nel giorno e nell’orario concordati, seguendo il percorso indicato da adeguata segnaletica. Dopo le operazioni di identificazione, il personale sanitario effettua il tampone direttamente dal finestrino. L’azienda sanitaria ricorda che è possibile prenotare tramite il call center aziendale al numero 055/545454 tasto 2 dal lunedì al venerdì dalle 7.45 alle 18.30 e il sabato dalle 7.45 alle 12.30.

Esprimo soddisfazione e ringrazio l'Azienda sanitaria per aver provveduto in tempi stretti al potenziamento del servizio, già attivo sul territorio, come richiesto dalla SdS Mugello e amministratori locali- sottolinea il Presidente della Società della Salute Mugello Filippo Carlà Campa - L'Azienda sanitaria, sulla base delle nostre richieste, ha potenziato il servizio con una estensione e articolazione in più giorni la settimana per agevolare le persone che devono sottoporsi a tampone. Questo - afferma - permetterà ai mugellani, e soprattutto a chi abita in zone distanti, di evitare di spostarsi fino al centro di San Salvi, risparmiando tempo e km di strada. La stretta collaborazione tra amministrazioni locali e Asl - conclude il presidente della SdS Mugello- ha permesso di intervenire velocemente e con efficacia a un'esigenza del territorio, dei nostri cittadini”.

Raddoppio del "drive- through” a Villa Ankuri, nella sede del dipartimento di prevenzione di Massa e Cozzile, per aumentare il numero dei tamponi giornalieri. Lo ha deciso l'Azienda Sanitaria per incrementare in maniera consistente il numero dei tamponi che possono essere eseguiti giornalmente sul territorio. Il servizio, attivo dalla fine dello scorso mese di luglio, prevede che il cittadino si rechi con la propria auto che per eseguire il tampone naso-oro-faringeo per accertare o meno la presenza del Covid-19. Anche il "punto drive- through” allestito a Villa Ankuri è gestito direttamente dal personale della ASL. La riapertura delle scuole ha messo in evidenza la necessità di attuare ogni possibile iniziativa per rendere sicura la frequenza scolastica. Infatti, qualora uno studente presenti sintomi che possono essere riconducibili al Covid-19, si attiva immediatamente una procedura di controllo che spesso richiede l’esecuzione di un tampone naso-faringeo. Tutto questo avviene con la collaborazione dei Pediatri e dei Medici di Famiglia ed è anche necessario per consentire un rientro a scuola in sicurezza e permette di limitare i rischi di una possibile diffusione dell’infezione. Da alcuni giorni, anche nella zona distretto della Valdinievole, il numero delle richieste di tampone è andato aumentando ed i tempi di attesa per l’esecuzione del test diagnostico si sono gradualmente allungati. L’ASL ha quindi messo in campo una serie di iniziative per ridurre le attese ed il conseguente disagio per gli studenti e le loro famiglie e per permettere di riprendere prima possibile la regolare frequenza scolastica. I cittadini sono inviati ai "drive" dai servizi della AUSL e dai Medici e Pediatri di Famiglia (MMG e PLS). I prelievi a Villa Ankuri, (viale 1° Maggio 19 Massa e Cozzile), si effettuano nei giorni di lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì a partire dalle ore 14,30 e il sabato mattina. Il cittadino raggiunge il punto prelievi del drive through con la propria auto, nel giorno e nell’orario concordati, seguendo il percorso indicato da adeguata segnaletica. Sempre con la finalità di incrementare il numero dei test saranno gradualmente avviati altri percorsi, anche in collaborazione con le Associazioni di Volontariato, tra cui una nuova postazione per l’esecuzione dei tamponi a Montecatini, dove sono già operativi due team delle Unità Speciali di Continuità Assistenziale che sono in grado di intervenire in tempo reale in particolare nei casi in cui è richiesta una maggiore tempestività. L’ASL inoltre assicura che la situazione dei tempi di attesa per l’esecuzione dei tamponi viene tenuta costantemente sotto controllo in modo da garantire ogni possibile ulteriore iniziativa al fine di ridurre i disagi per i cittadini. Dal 20 luglio ad oggi In Valdinievole, attraverso l'attività degli Assistenti Sanitari ed Infermieri del Dipartimento delle Professioni Tecnico Sanitarie con il supporto dei professionisti Tecnici della Prevenzione, sono stati effettuati 1093 tamponi in "drive- through” e 651 a livello domiciliare oltre ai tamponi svolti nelle altre strutture territoriali e in ospedale.

Complessivamente, 3.667 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (163 in più rispetto a ieri, più 4,7%). Sono 7.655 (84 in più rispetto a ieri, più 1,1%) le persone, anch'esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 2.491, Nord Ovest 3.881, Sud Est 1.283).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 123 (4 in meno rispetto a ieri, meno 3,1%), 24 in terapia intensiva (stabili rispetto a ieri).

Per quanto riguarda i ricoveri per “Covid-19”, negli ospedali dell’Azienda USL Toscana nord ovest sono in totale 27, di cui 5 in Terapia intensiva. All’ospedale di Livorno 10 i ricoverati, di cui 6 dell’ambito territoriale di Livorno, 3 dell’ambito della Versilia ed 1 residente fuori Asl. All’ospedale di Lucca 12 i ricoverati, di cui 7 dell’ambito territoriale di Lucca, 4 dell’ambito di Massa Carrara e 1 residente fuori Asl. All’ospedale Apuane 5 ricoverati, tutti dell’ambito territoriale di Massa Carrara.

Le persone complessivamente guarite sono 10.435 (37 in più rispetto a ieri, più 0,4%): 286 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 10.149 (37 in più rispetto a ieri, più 0,4%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Oggi si registra uno nuovo decesso: una donna di 98 anni. Relativamente alla provincia di notifica, la persona deceduta è a Massa-Carrara. Sono 1.166 i deceduti dall'inizio dell'epidemia cosi ripartiti: 420 a Firenze, 54 a Prato, 83 a Pistoia, 179 a Massa-Carrara, 149 a Lucca, 97 a Pisa, 65 a Livorno, 53 ad Arezzo, 33 a Siena, 25 a Grosseto; 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione. Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 31,3 per 100.000 residenti contro il 59,5 per 100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa-Carrara (91,9 per 100.000), Firenze (41,5 per 100.000) e Lucca (38,4 per 100.000), il più basso a Grosseto (11,3 per 100.000).

Redazione Nove da Firenze