Coronavirus, salgono i positivi in Toscana

Oggi 1 ottobre sono 144, età media bassa (41 anni). 9 persone in più ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid. 77 guariti, 1 morta. I sanitari anti Covid di 4 ospedali fiorentini tra i mille di Fiorentina-Sampdoria. Il dettaglio del territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest


In Toscana sono 14.971 i casi di positività al Coronavirus, 144 in più rispetto a ieri (66 identificati in corso di tracciamento e 78 da attività di screening). I nuovi casi sono l’1% in più rispetto al totale del giorno precedente.

L'età media dei 144 casi odierni è di 41 anni circa (il 18% ha meno di 20 anni, il 27% tra 20 e 39 anni, il 34% tra 40 e 59 anni, il 19% tra 60 e 79 anni, il 2% ha 80 anni o più) e, per quanto riguarda gli stati clinici, il 65% è risultato asintomatico, il 24% pauci-sintomatico.
Delle 144 positività odierne, 6 casi sono ricollegabili a rientri dall'estero. 1 caso è ricollegabile a rientri da altre regioni italiane (Sicilia). Il 47% della casistica è un contatto collegato a un precedente caso.

I guariti crescono dello 0,8% e raggiungono quota 10.338 (69,1% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 748.736, 8.253 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 3.468, +1,9% rispetto a ieri. I ricoverati sono 128 (9 in più rispetto a ieri), di cui 22 in terapia intensiva (stabili). Oggi si registra 1 nuovo decesso: una donna di 75 anni, ad Arezzo.

Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.

Si ricorda che a partire dal 24 giugno 2020, il Ministero della Salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica, bensì in base alla provincia di residenza o domicilio.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Sono 4.341 i casi complessivi ad oggi a Firenze (44 in più rispetto a ieri), 895 a Prato (11 in più), 1.037 a Pistoia (7 in più), 1.537 a Massa (2 in più), 1.832 a Lucca (11 in più), 1.595 a Pisa (29 in più), 753 a Livorno (14 in più), 1.181 ad Arezzo (11 in più), 642 a Siena (9 in più), 611 a Grosseto (6 in più). Sono 547 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 62, quindi, i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro, 56 nella Nord Ovest, 26 nella Sud est.

La Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 401 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 522 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 789 casi x100.000 abitanti, Lucca con 472, Firenze con 429, la più bassa Livorno con 225.

Complessivamente, 3.340 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (57 in più rispetto a ieri, più 1,7%). Sono 7.438 (79 in più rispetto a ieri, più 1,1%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 2.406, Nord Ovest 3.785, Sud Est 1.247).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 128 (9 in più rispetto a ieri, più 7,6%), 22 in terapia intensiva (stabili rispetto a ieri).

Le persone complessivamente guarite sono 10.338 (77 in più rispetto a ieri, più 0,8%): 271 persone clinicamente guarite (4 in più rispetto a ieri, più 1,5%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 10.067 (73 in più rispetto a ieri, più 0,7%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Oggi si registra 1 nuovo decesso: una donna di 75 anni. Relativamente alla provincia di notifica, la persona deceduta è a Arezzo. Sono 1.165 i deceduti dall'inizio dell'epidemia cosi ripartiti: 420 a Firenze, 54 a Prato, 83 a Pistoia, 178 a Massa Carrara, 149 a Lucca, 97 a Pisa, 65 a Livorno, 53 ad Arezzo, 33 a Siena, 25 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 31,2 x100.000 residenti contro il 59,5 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (91,3 x100.000), Firenze (41,5 x100.000) e Lucca (38,4 x100.000), il più basso a Grosseto (11,3 x100.000).

Nell’Azienda USL Toscana nord ovest i casi positivi di oggi, 1 ottobre, sono 47.

APUANE: 2 casi

Carrara 1, Massa 1;

PIANA DI LUCCA: 8 casi

Altopascio 4, Capannori 1, Lucca 3;

VALLE DEL SERCHIO: 2 casi

Barga 2;

PISA: 13 casi

Cascina 2, Pisa 8, Vecchiano 3;

ALTA VAL DI CECINA VAL D’ERA: 7 casi

Chianni 1, Ponsacco 1, Pontedera 4, Terricciola 1;

LIVORNO: 13 casi

Livorno 13;

VALLI ETRUSCHE: 1 caso

Campiglia Marittima 1;

VERSILIA: 1 caso

Viareggio 1.

I guariti ad oggi (1 ottobre 2020) su tutto il territorio aziendale sono 3848 (+30 rispetto ad ieri).

Per quanto riguarda i ricoveri per “Covid-19”, negli ospedali dell’Azienda USL Toscana nord ovest sono in totale 26, di cui 5 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Livorno 10 i ricoverati, di cui 6 dell’ambito territoriale di Livorno, 3 dell’ambito della Versilia ed 1 residente fuori Asl.

All’ospedale di Lucca 10 i ricoverati, di cui 5 dell’ambito territoriale di Lucca, 4 dell’ambito di Massa Carrara e 1 residente fuori Asl.

All’ospedale Apuane 6 ricoverati, tutti dell’ambito territoriale di Massa Carrara.

Dal monitoraggio giornaliero, infine, su tutto il territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest, ad oggi (1 ottobre) sono 3785 (-6) le persone isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

Quattro ospedali fiorentini dell’Azienda sanitaria Toscana centro hanno ricevuto dalla Presidenza della Fiorentina, l’invito ad assistere alla partita Fiorentina-Sampdoria di domani sera allo stadio Franchi, riservando 10 posti a ciascun presidio. Destinatari dell’invito sono gli ospedali Santa Maria Annunziata, San Giovanni di Dio, Santa Maria Nuova e Piero Palagi.

Un gesto di ringraziamento “per l’importantissimo lavoro svolto in questi mesi difficili” ha scritto la segreteria della Presidenza della Società Viola alle direzioni di presidio Asl. Per questo i posti, come richiesto dalla Presidenza, saranno destinati solo ed esclusivamente al personale sanitario che si è impegnato e distinto nei mesi scorsi nel fronteggiare l’emergenza Covid-19, supportando da vicino i malati e le loro famiglie. Medici, infermieri, barellieri, soccorritori e tutte le altre figure impegnate sul campo nei giorni più critici della pandemia.

“La nostra iniziativa questa volta è riservata a chi ha passato mesi durissimi in prima linea” ci tengono a precisare dalla Fiorentina. I direttori dei quattro ospedali fiorentini dell'Azienda hanno risposto ringraziando a loro volta.

Redazione Nove da Firenze