Confcommercio: "A Firenze i criminali si sentono impuniti, ora basta"

Decisa presa di posizione dopo l’episodio che ha visto quattro agenti di Polizia aggrediti durante due controlli antispaccio nella zona della stazione di Santa Maria Novella. Cursano: "Misura colma, serve un intervento forte". Martedì 26 novembre convegno con il prefetto Lega


“Adesso la misura è davvero colma. La misura di quanto i criminali a Firenze si sentano impuniti la dà l’episodio accaduto ieri davanti alla stazione di Santa Maria Novella, quando quattro agenti della Polizia sono stati malmenati durante un controllo antispaccio. È necessario un intervento forte per fermare questa escalation davvero preoccupante per tutti, residenti, imprenditori, turisti”. A parlare è il presidente della Confcommercio fiorentina Aldo Cursano.

La sua associazione di categoria è da tempo impegnata sul fronte della sicurezza: “nei nostri uffici riceviamo quotidianamente le segnalazioni preoccupate di tanti colleghi imprenditori, che si sentono sempre più vulnerabili e attaccabili dalla criminalità”, spiega Cursano, “ci sono aree di Firenze, lo abbiamo segnalato più volte, dove si assiste ad una pericolosa escalation di episodi criminosi. Spaccio, furti, borseggi, rapine sono ormai storia comune, sia di notte che in pieno giorno. E la cosa peggiore è che chi ha il coraggio di denunciare a volte, dopo, si trova vittima di intimidazioni e ritorsioni da parte degli stessi malviventi. Così è davvero difficile restare sereni”.

“Confcommercio ha aperto un dialogo franco e serrato con le forze dell’ordine, a partire dal Prefetto, sempre molto attento ad ascoltare le nostre segnalazioni. Siamo solidali alle forze dell’ordine, alle quali spetta un compito assai difficile, e rinnoviamo tutto il nostro sostegno e la collaborazione. Senza sicurezza non ci può essere libertà d’impresa, lo ripetiamo sempre”.

Proprio al tema della sicurezza è dedicata martedì 26 novembre la Giornata “Legalità ci piace”, lanciata a livello nazionale da Confcommercio e giunta alla settima edizione. A Firenze Confcommercio ha invitato i principali esponenti delle forze dell’ordine, del mondo politico, economico ed istituzionale per un confronto sul tema moderato dal direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni. Hanno già confermato la loro presenza, tra gli altri, il Prefetto di Firenze Laura Lega, il comandante della Guardia di Finanza provinciale Fabrizio Nieddu e il presidente della Camera di Commercio Leonardo Bassilichi. Nell’occasione saranno presentati i risultati di una indagine curata dall’ufficio studi dell’associazione di categoria, che ha cercato di quantificare l’impatto di fenomeni illegali come la contraffazione e l’abusivismo sulle imprese di commercio, turismo e servizi.

Redazione Nove da Firenze