Rubrica — Spettacolo

Cirk Fantastik, la XIII edizione dal 13 al 23 settembre alle Cascine di Firenze

Immagine della passata edizione
Immagine della passata edizione

Clown, illusionismo, giocoleria e danza, 11 giorni di spettacoli con oltre 60 repliche e 25 compagnie provenienti da tutto il mondo


Dal 13 al 23 settembre al Parco delle Cascine di Firenze (viale della Tinaia/viale degli Olmi) arriva la tredicesima edizione del Cirk Fantastik.

La rassegna di circo contemporaneo si inaugura domani, giovedì 13 settembre, alle ore 18, con La Famiglia Mirabella, in scena nell'area aperta del Festival con il suo “Teatro Viaggiante”: una versione contemporanea del circo di altri tempi. Energia, giocoleria, mimo, equilibrismi, danza, teatro e musica, a ingresso libero.

Alle ore 20 clown, illusionismo e danza sono gli ingredienti principali di “Incontri con uomini straordinari” della compagnia Giullari del Diavolo. Lo spettacolo, che racconta la storia di una ragazza brasiliana alla ricerca del suo uomo straordinario, porta in scena personaggi incredibili che regalano sorrisi, sorprese e stupore; in replica venerdì 14 e sabato 15 settembre.

I Giullari del Diavolo sono tra i fondatori dei Giullari senza Frontiere, compagnia che propone spettacoli comici che catturano l’attenzione del pubblico coinvolgendolo in un viaggio dove il virtuosismo della giocoleria si accompagna alla parodia e all’improvvisazione comica. Abilissimi attori, saltimbanchi e giocolieri, creano un’atmosfera di divertimento e trasgressione. In chiusura nello Chapiteau Side il party inaugurale del Festival, con musica dal vivo e dj set. 

L’universo femminile nelle sue sfaccettature più sensuali, stravolgenti, comiche e acrobatiche è rappresentato da “Le Jolies Fantastiques” della compagnia Arte Makìa (14/15 settembre): uno sguardo ironico sull’universo femminile, l’ossessione per la bellezza, i problemi d’amore, il delirio per lo shopping, la crudeltà tra amiche. Comicità, sorprendenti acrobazie, danza aerea, lancio dei coltelli, coinvolgeranno il pubblico nel dramma di tre principesse che inciampano nella realtà.

La pluripremiata compagnia My!Laika/Side Kunst Cirque è protagonista in scena con “Laerte” (14/15/16settembre) che sfida il consueto meccanismo di creazione e produzione dello spettacolo, mutando forma direttamente in scena.

Il tema caldo delle migrazioni viene affrontato in “Caleidoscopio - The history of your dreams” (18 settembre), uno spettacolo che è il frutto del progetto creato in forma collettiva e multidisciplinare da Le Vie del Circo e sostenuto dal Mibact nell’ambito del bando MigrArti Spettacolo 2018.

“Uomo Calamita” (19 settembre) è un progetto di Circo El Grito e Associazione Sosta Palmizi che vede protagonista Giacomo Costantini di El Grito affiancato dalla voce narrante di Wu Ming2, e che mette al centro lo studio del corpo, vero protagonista della scena con i suoi sforzi e le sue tensioni. Il risultato è uno spettacolo da leggere e un libro da vedere.

Per indagare la connessione fra circo contemporaneo e letteratura anche un momento introduttivo allo spettacolo (18 settembre) con Giacomo Costantini, fondatore della compagnia El Grito nonché ideatore del progetto “Uomo Calamita” insieme a Wu Ming 2.

My!Laika/Side Kunst Cirque è protagonista in scena (21/22/23 settembre) con “Full Out”, uno spettacolo che attinge all’incomprensibile per creare un suo universo fantasmagorico. Tratti di sadismo contornano la stupidità dell’azione circense, disquisizioni parafilosofiche sottolineano l’inutilità dello spettacolo, evidenziandone la sua importanza (consigliato ai maggiori di 6 anni).

L’universo effimero e onirico è rappresentato della compagnia francese Système 47 che con “Quasar” (22/23 settembre in anteprima nazionale) invita il pubblico ad immergersi all’interno di un acquario magico dove due personaggi ridefiniscono le regole del tempo e dello spazio costruendo un castello di carte.

Acrobazia, spettacolo muto, palo cinese e manipolazione di oggetti sono protagonisti in “Hobo” della Brigata Totem (22/23 settembre). Le prodezze tecniche degli artisti in scena porteranno il rischio la suspence; Hobo è un omaggio al viaggio, ai vagabondi, un omaggio alla vita ed alle sorprese, al rischio, un momento di condivisione vero, una pausa dai problemi.

Tra gli altri spettacoli della compagnia El Grito, “Spettacolare Conferenza” (23 settembre), spettacolo in bilico tra speculazione filosofica sul concetto di circo contemporaneo, “Scratch and Stretch”(14/15/16 settembre), un’esperienza sensoriale dove perdersi in un componimento sinfonico di acrobazie, giocolerie e musiche toccanti, e “Johann Sebastian Circus” (20/21/22 settembre), una spericolata acrobata aerea, un clown equilibrista e un musicista multi-strumentista prendono per mano il pubblico e lo accompagnano nella loro quotidianità, nei loro ricordi, nelle loro fantasie.

Giocoleria, equilibrismo, teatro, musica, sono gli ingredienti principali di “Dans la Boite” (22 settembre) di Soralino, compagnia nota al pubblico del Cirk Fantastik per lo spettacolo “InBox” (22/23 settembre), presentato in questa occasione in nuovo adattamento riservato ad un pubblico dai 3 ai 6 anni.

Tra le novità di quest’anno la collaborazione di Cirk Fantastik con Manifattura Tabacchi e Fabbrica Europa.

La Manifattura Tabacchi diventerà spazio di creazione di residenza per due artiste del festival, ovvero Jessica Arpin e Caterina Fort, che lavoreranno rispettivamente ai work in progress “Miss Margherita” e “Bordes” (in scena il 19 settembre negli chapiteau del Parco delle Cascine). La Manifattura ospiterà nel suo ampio cortile anche lo spettacolo “Bus Stop” della compagnia Five Quartet Trio previsto per venerdì 21 settembre.

L’incontro con Fabbrica Europa si concretizzerà invece con la residenza, presso la Palazzina Ex-Fabbri, di tre artisti della compagnia Magda Clan, che porteranno in scena “Egodomina”, la loro nuova creazione (20 settembre alla Manifattura Tabacchi).

Anteprime Fantastik!

Mentre il Festival porta la sua magia anche in occasione dell’inaugurazione della nuova Piazza dei Ciompi prevista per venerdì 7 settembre, proseguono le “Anteprime Fantastik!”al Parco dell’Anconella, Villa Vogel e al Giardino dell’Orticoltura e realizzate in collaborazione con Circo Teatro Viaggiante (10/11/12 settembre): una versione contemporanea del circo di altri tempi. Energia, giocoleria, mimo, equilibrismi, danza, teatro e musica: in piazza là dove fino ad un attimo non c’era nulla, compaiono improvvisamente una bici olandese a tre ruote, monocicli di diverse misure e cinque personaggi dai vestiti sgargianti: La Famiglia Mirabella.

Spettacolo — rubrica a cura di Francesca Cecconi

Francesca Cecconi

Francesca Cecconi — Fiorentina. Giornalista pubblicista, esperta in strategie, tecniche e gestione della comunicazione. Per "Nove da Firenze" segue i concerti musicali in Toscana

E-mail: nuppolina@gmail.com