​Chirurgia estetica: sempre più persone si sottopongono ad un intervento

In Italia, il numero di persone che si sottopongono ad un intervento di chirurgia estetica è sempre maggiore. In uno dei più recenti studi condotti da ISAPS, la nostra nazione si è aggiudicata una delle posizioni più alte.


Sembra che la popolazione che vive in Italia sia sempre più interessata al proprio aspetto. Cosa, che ha portato la penisola italiana ad aggiudicarsi il 5° posto nella graduatoria mondiale per numero di interventi di bellezza. Secondo un’analisi di ISAPS che è possibile consultare online , le nazioni dove si eseguono più interventi sono Stati Uniti d’America 18,4%, Brasile 10,4%, Giappone 7,2% e Messico 4,4%. L’Italia con il suo 4,1%, si piazza al quinto post e supera la vicina Germania.

Il numero di interventi per aumento del seno sono quelli che occupano maggiormente queste classifiche, ma sono seguiti di poco dagli interventi di blefaroplastica e addominoplastica. La chirurgia non è il solo campo preso in considerazione da questo studio, poiché sono diversi gli interventi non chirurgici che si possono trovare elencati all’interno di questo studio. Le iniezioni di botulino e quelle di acido ialuronico ad esempio, sono tra gli interventi non chirurgici (che andrebbero sempre fatti fare da uno specialista o da un chirurgo) con il maggior numero in Italia.

Chi richiede il maggior numero di interventi?
Può sembrare una domanda scontata questa, ma sono proprio le donne le maggiori beneficiarie di interventi di chirurgia di bellezza. Che siano chirurgici o no, sono più dell’80% quelli eseguiti su pazienti di sesso femminile. Un numero davvero impressionante, se si calcola che ogni anno sono circa 20 milioni gli interventi di chirurgia estetica che eseguono in tutto il mondo.

Come ci conferma il chirurgo plastico di Firenze Dott. Fabio Quercioli, in Italia il proprio aspetto è fondamentale per avere successo nella vita di tutti i giorni. Sono molti gli speciali che ogni anno seguono corsi di aggiornamento in chirurgia per offrire un servizio di maggiore qualità e al passo con i tempi. Infatti, con il passare del tempo l’evoluzione delle tecniche e delle attrezzature utilizzate permette una minore invasività.

Chi passa più tempo davanti allo specchio?

Gli italiani sono la nazione che in questo caso si aggiudica il gradino più alto del podio. Con circa 5 ore e mezza per ogni settimana, abbiamo superato gli argentini e gli americani. Il loro tempo dedicato alla cura della propria settimana, è di circa 5 ore a settimana.

A differenza di quello che si può pensare, sono diversi i motivi che possono portare una o più persone a prendersi cura di sé stessi. In alcuni casi è solo per vanità, mentre per altri è un fattore legato al proprio lavoro o alla propria cura persona. Infatti, sono molti i lavori dove si è obbligati a truccarsi o presentarsi in ordine per fare una bella impressione.
Prendersi cura della propria persona, è sicuramente un passo importante per chi vuole apparire più curato e in ordine. Una persona che non si lava o che trascura il proprio aspetto, può risultare agli occhi di un estraneo una persona sporca e trascurata. Un pessimo biglietto da visita per chi non ci conosce.

Redazione Nove da Firenze