​Cgil Toscana a Congresso a Pistoia: conclusioni affidate a Susanna Camusso

Pagni: “Grande esercizio di pratica democratica, enorme coinvolgimento di lavoratori e pensionati”


In rappresentanza del mezzo milione di iscritti alla Cgil nella regione, saranno 358 i delegati (di cui 170 donne) all’undicesimo Congresso della Cgil Toscana (“Il lavoro è”), che si svolgerà venerdì 23 novembre e sabato 24 novembre a Pistoia presso la Cattedrale ex Breda (via Pertini 396), un luogo scelto non a caso perché simboleggia il lavoro (la struttura è stata sede delle Officine San Giorgio, poi della Breda). Tra i temi al centro dei lavori, oltre ovviamente ai temi congressuali, la Toscana, l’economia, il Governo, i diritti.

Il Congresso arriva dopo che nei mesi scorsi si sono svolte in Toscana 5.592 assemblee di base (428 in più dell’ultimo Congresso del 2014), nelle quali si sono discussi e votati i due documenti congressuali, “Il lavoro è” e “Riconquistiamo tutto”: il primo ha raccolto il 97,8% dei 109.566 voti validi, il secondo il 2,2%. Dal 22 al 25 gennaio a Bari è previsto il Congresso della Cgil nazionale.

Anche questo congresso segna un grande esercizio di pratica democratica, con un enorme coinvolgimento di lavoratori, lavoratrici, pensionati e pensionate in tutto il territorio regionale. Un metodo che pare poco di moda, in questa epoca, ma che per noi resta un valore fondante. A Pistoia, in una struttura dal grande valore simbolico, saranno due giorni in cui parleremo di noi - quello che abbiamo fatto, quello che vorremo fare - ma soprattutto della Toscana, dell’Italia e dell’Europa, confrontandoci coi tanti ospiti che avremo”, dice Monica Pagni, responabile organizzazione della Cgil Toscana (QUI il suo video di presentazione).

Tra gli ospiti della due giorni di Congresso a Pistoia (al termine della quale la Cgil Toscana eleggerà i suoi organismi e dirigenti), ci saranno nella prima giornata il sindaco Alessandro Tomasi, Cgil, Cisl, Uil, Arci, Legambiente, Anpi, Libera, Adelmo Cervi, Loli Garcia del sindacato spagnolo Comisiones Obreras (sono invitati anche esponenti di partiti, dirigenti di categorie, associazionismo della regione); nella seconda giornata sarà la volta del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e del segretario generale della Cgil nazionale Susanna Camusso.

IL PROGRAMMA

Venerdì 23 novembre

Dalle ore 10
Sara Msilia (delegata Flai Cgil Grosseto) apre il Congresso
Saluto del Sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi
Relazione di Dalida Angelini, Segretaria Generale CGIL Toscana
A seguire i saluti di:
Riccardo Cerza, Segretario Generale CISL Toscana
Annalisa Nocentini, Segretaria Generale UIL Toscana
Gianluca Mengozzi,
Presidente ARCI Toscana
Fausto Ferruzza
, Presidente di Legambiente Toscana
Vania Bagni, Presidente ANPI Toscana
Adelmo Cervi (figlio di Aldo, uno dei sette Fratelli Cervi)
Don Andrea Bigalli, Referente di Libera Toscana
15.00 Ripresa lavori con proiezione Video “4 anni CGIL Toscana”
15.15 Saluto di Loli Garcia, Segretaria Generale delle Comisiones Obreras dei Paesi Baschi
15.35 Dibattito
19:30 Chiusura lavori della giornata

Sabato 24 novembre

Ore 9:30 Video a cura del Coordinamento Donne CGIL Toscana
9.35 Dibattito
11:00 Saluto di Enrico Rossi, Presidente della Giunta Regionale Toscana
11:30 Dibattito
12.30 Video a cura di Daniela Morozzi e del Coordinamento Donne CGIL Toscana
12.40 Conclusioni di Susanna Camusso, Segretario Generale CGIL
13:30 Sospensione dei lavori: pausa pranzo
15:00 Sessione riservata ai soli Delegati
Convocazione Assemblea Generale ed elezione del Segretario Generale della CGIL Toscana

Ai lavori congressuali sarà presente Nino Baseotto della Segreteria Nazionale CGIL

Redazione Nove da Firenze