Centro Trasfusionale in Mugello: locali ristrutturati 

Nuova accoglienza con punto ristoro e open space per donatori e pazienti


Nuovi locali ristrutturati per il Centro Trasfusionale presso l’ospedale del Mugello. Dal reparto Week Surgery dove era stato temporaneamente collocato per consentire i lavori, il Centro è stato trasferito di nuovo al piano terra dove da giovedì 6 settembre l’attività del servizio prosegue negli ambienti ristrutturati. In accordo con il direttore del Centro Trasfusionale, Franco Vocioni, il direttore sanitario dell’ospedale, Andrea Bassetti, ha predisposto e organizzato il trasferimento del Centro senza interrompere il servizio che è stato garantito ogni giorno.

Il Centro Trasfusionale del Mugello fa riferimento al dipartimento medicina di Laboratorio diretto dalla dottoressa Patrizia Casprini.

Si tratta di un intervento di circa 120.000 euro che va a migliorare il Centro trasfusionale e che viene accolto positivamente e con soddisfazione dal territorio del Mugello, con il presidente dell'Unione dei Comuni e della SdS Mugello, Paolo Omoboni e Roberto Izzo che dichiarano: “Un investimento realizzato dall'Azienda Sanitaria che si traduce in una riqualificazione di una parte della struttura ospedaliera e un miglioramento del servizio che ogni giorno con professionalità assicurano il direttore Franco Vocioni ed i suoi collaboratori. Per i cittadini, ma anche per il personale, questo significa poter avere un ambiente rinnovato e con più comfort”, sottolineano i presidenti Omoboni e Izzo invitando a donare sangue. 

“Dopo i lavori di adeguamento statico, questo - proseguono i presidenti Omoboni e Izzo - è un ulteriore passo avanti per il nostro ospedale che, non ci stanchiamo di ripeterlo, è fondamentale per la salute dei nostri cittadini, per un territorio vasto com'è il Mugello. Per questo è assolutamente strategico il progetto di potenziamento e sviluppo che lo riguarda, che prende il nome di 'Circuito della Salute, con un investimento previsto di oltre 31 milioni di euro. E chiediamo che si parta al più presto”.

La ristrutturazione eseguita per adeguare i locali al regolamento regionale previsto per le strutture sanitarie pubbliche, ha razionalizzato il percorso paziente-donatore con la realizzazione dell’ingresso diretto negli altri ambienti del centro sangue, di una sala di attesa per i Donatori con punto di ristoro, di un servizio igienico per gli utenti e di un open space, per la sala donatori e di terapia trasfusionale. Circa 120.000,00 euro è l’importo complessivo dei lavori che sono stati eseguiti dalla ditta Cenci Costruzioni, secondo il progetto redatto dal personale del Dipartimento tecnico dell’Azienda che ne ha anche diretto l’esecuzione.

In particolare l’ampliamento della sala in un unico ambiente - sottolinea il direttore del Centro, Franco Vocioni – consente di dare una risposta più efficace sia ai donatori che ai pazienti ambulatoriali. Il nuovo punto di accoglienza, invece, è stato fatto diventare il fulcro da cui parte l’organizzazione dei percorsi, quello dei donatori e quello dei pazienti che hanno bisogno di sostegno trasfusionale, con la nuova sala d’attesa, il grado di accoglienza e confort per i Donatori, cresce molto consentendo anche una migliore gestione dei Pazienti ambulatoriali, che hanno a disposizione la grande sala d’attesa degli ambulatori ospedalieri”.

Il rifacimento in pvc dei pavimenti e di parte dei rivestimenti del Centro, ha migliorato ulteriormente la situazione igienico-sanitaria. Oltre ai lavori di imbiancatura e adeguamento degli impianti meccanici ed elettrici, è stata sostituita un’ampia parte dei controsoffitti. Lavori di consolidamento hanno riguardato sia i locali del Centro Trasfusionale che quelli sottostanti destinati a deposito/archivi.

Presso il Centro Trasfusionale nel 2017 le donazioni hanno superato quota 4000. “Un numero importante che vorremmo far crescere ancora nel 2018. Attualmente però purtroppo le donazioni di sangue ed emocomponenti sono in flessione su tutto il territorio della regione Toscana e quindi è urgentemente richiesto ai Donatori un nuovo slancio. E quindi, quale modo migliore di inaugurare i locali ristrutturati – è l’invito che rivolge il direttore del Centro -che venire a donare sangue?”.

Il Centro Trasfusionale è aperto presso l’ospedale del Mugello dal lunedì al sabato dalle 7.30 alle 10.30 previo appuntamento per telefono al numero del Centro Trasfusionale (0558451277) o telefonando presso la propria Associazione di appartenenza (Fratres, Avis, Anpas, Gids). L’ultima domenica del mese il Centro rimane aperto in orario 8-11.

Redazione Nove da Firenze