​Centri per l’Impiego, in Toscana 100 stabilizzazioni: a Firenze 50 precari trovano lavoro

Devono svolgere servizi fondamentali per integrare giovani e meno giovani nella società attraverso un posto di lavoro


Sono gli addetti a facilitare l'inserimento lavorativo di chi si presenta allo sportello, il fatto che siano loro stessi precari rischia di abbassare le aspettative degli utenti.
Adesso i Centri per l’impiego della Toscana vedranno oltre 100 lavoratori precari stabilizzati nel loro ruolo dalla Regione, come prevede un decreto varato da Arti Agenzia regionale Toscana impiego.
Le prime chiamate partiranno già in questi giorni, entro l’anno si completeranno tutte le stabilizzazioni 54 a Firenze, 7 a Massa, una a Lucca, 39 a Pistoia.

“Esprimiamo grande soddisfazione per il Decreto sulla stabilizzazione di 101 lavoratrici e lavoratori precari dei Centri per l'impiego. Era un provvedimento atteso, frutto delle mobilitazioni e della battaglia sindacale delle lavoratrici e dei lavoratori. Finalmente la parola fine agli anni di precarietà, per alcuni di oltre un decennio, in questo servizio fondamentale per il Paese” spiega Alice D’Ercole, segretaria generale Fp Cgil Toscana.
“Serve ora dar seguito al piano di ulteriori 80 assunzioni dei Centri per l'impiego definito la scorsa settimana dalla Giunta Regionale e avviare il confronto con i sindacati sull'organizzazione dei servizi - aggiunge D’Ercole - . Ma per rilanciare questi servizi e portare il nostro sistema delle politiche attive agli standard di qualità dei paesi europei, servono risorse da parte del Governo per un serio piano di rafforzamento e per ammodernare la dotazione strumentale”.

Redazione Nove da Firenze