Cedimento della pensilina della stazione, la vicesindaca Giachi: “Avviati gli accertamenti da parte di GSR”

Due settimane fa il crollo del controsoffitto che non fece feriti solo per un miracolo. Ora il primo report di Grandi Stazioni. A fine mese la tempistica esatta del cantiere. Ieri anche la caduta di calcinacci da un palazzo privato, chiusa via Alamanni


Sono cominciati gli interventi per accertare le cause del cedimento di una porzione di controsoffitto della stazione di Santa Maria Novella. É stata la stessa Grandi Stazioni rail ad informare l'amministrazione comunale in una nota trasmessa alla vicesindaca Cristina Giachi secondo gli accordi presi durante l’incontro del 1 agosto scorso.

“Contemporaneamente – ha spiegato la vicesindaca – i tecnici di Grandi Stazioni Rail stanno accertando lo stato conservativo di tutti i manufatti che presentano caratteristiche costruttive analoghe a quelle interessate dal cedimento”. “Ci hanno assicurato che, vista l'importanza storica e architettonica del manufatto – ha proseguito – saranno effettuate ispezioni con uno strumento particolare, un video-endoscopio: in questo modo gli esperti potranno osservare direttamente, e senza demolizioni di porzioni significative dei controsoffitti, lo stato di conservazione degli elementi presenti nelle intercapedini, il relativo stato di conservazione e la presenza di eventuali anomalie non visibili dall'esterno. Queste indagini interesseranno prioritariamente i controsoffitti delle aree più direttamente interessate dal transito del pubblico”. “La conclusione della prima fase di indagini – ha concluso la vicesindaca Giachi – è stimata da grandi stazioni entro i primi giorni di settembre, a quel punto analizzeremo i primi risultati con il supporto dei consulenti di Grandi Stazioni per calibrare eventuali ulteriori approfondimenti o ulteriori soluzioni. Dopo i rilievi si procederà quindi alla valutazione dei risultati e all'individuazione ed esecuzione degli eventuali interventi di consolidamento”.

Da ieri notte è chiusa via Alamanni nel tratto tra viale Rosselli e via Jacopo da Diacceto a causa della caduta di calcinacci da un palazzo. La tramvia viaggia regolarmente e il transito è stato riaperto solo per i frontisti con ingresso e uscita da viale Rosselli. I pedoni possono passare sull’altro lato del marciapiede. Sul posto sono intervenuti la polizia municipale e i vigili del fuoco. Nelle prime ore dopo l’incidente era stato interdetto il passaggio sia a pedoni che veicoli privati. Intanto l’amministrazione ha già contattato l’amministratore del condominio per far mettere in sicurezza l’immobile.

Redazione Nove da Firenze