Capodanno: l'uomo ucciso a Stabbia è un marocchino di 47 anni

Donzelli: "E' emergenza sicurezza"


Omicidio nella notte nell'Empolese. Un uomo di 47 anni, Noureddine Marzouki, marocchino che risulta residente a Treviso, è stato accoltellato in strada ed è morto per le ferite nella notte di Capodanno, a Stabbia, frazione di Cerreto Guidi, attorno alle 4 del mattino. Un ventenne marocchino poi è stato trovato ferito su un treno diretto a Livorno. Sull'episodio indaga Polfer di Empoli perché forse è legato all'omicidio successo a Cerreto Guidi.


"Non siamo dei pazzi razzisti quando diciamo che in Toscana c'è una grave emergenza sicurezza". Così il capogruppo di Fratelli d'Italia in Regione e candidato a governatore per le Regionali Giovanni Donzelli, insieme ai consiglieri Paolo Marcheschi e Marina Staccioli, commenta l'episodio di violenza accaduto la scorsa notte nell'empolese, nel quale un uomo è rimasto ucciso. "Quanto avvenuto a Stabbia - aggiungono i tre esponenti di Fratelli d'Italia - potrebbe accadere in qualsiasi angolo della Toscana, magari coinvolgendo anche ignari passanti. I toscani sono stanchi di un'immigrazione incontrollata con zone di pericolosità estrema. Il razzismo - proseguono Donzelli, Marcheschi e Staccioli - rischiano di crearlo le stesse istituzioni che continuano a sottovalutare il problema e ad offrire servizi e privilegi senza pretendere in cambio doveri e rispetto delle regole". "Torneremo presto a Stabbia - concludono i tre consiglieri - c'eravamo stati il giorno dopo il tifone per incontrare i cittadini insieme al nostro consigliere comunale di Cerreto Guidi Maurizio Bruni: vogliamo stare vicino a chi chiede più sicurezza, legalità e controlli sugli immigrati".

Redazione Nove da Firenze