​Cantieri Tramvia, dal 28 luglio chiusa via di Novoli in uscita da Firenze

Chiusura di via di Novoli in uscita dalla città


Linea 2 da giovedì 28 luglio, in orario notturno (dalle 21 alle 5), è chiusa la corsia di via di Novoli in uscita da Firenze all'altezza della rotatoria con viale Forlanini. Il provvedimento, della durata di circa 2 settimane, si rende necesssario per eseguire i lavori relativi alla costruzione dei pali di fondazione della spalla del viadotto della tramvia all'altezza di San Donato.
Chi proviene da viale Redi e via Maragliano deve percorrere viale Forlanini, viale Guidoni, via Pertini e ricollegarsi a via di Novoli.
Chi proviene da viale Forlanini deve percorrere via Rastrelli e via Ragghianti per collegarsi a via di Novoli.

Il Comune avvisa: "Proseguono i lavori per la costruzione del viadotto San Donato anche nel mese di agosto in modo da varare le prime travi del ponte i primi di settembre e completare tutta l'opera civile entro la fine dell'anno". 

Già da lunedì 4 luglio i lavori della linea 2 della tramvia sono arrivati in via Guido Monaco; la strada è chiusa alla circolazione e nello stesso tempo è scattata la riorganizzazione del trasporto pubblico urbano e della mobilità privata. A partire dall’11 luglio, lavori e divieti di transito andranno a interessare anche via Alamanni.
I lavori in via Guido Monaco e via Alamanni consistono nello spostamento dei sottoservizi e successivamente nella realizzazione della sede tranviaria. Su via Guido Monaco rimane attiva una corsia di servizio riservata esclusivamente a residenti e frontisti.

Per i veicoli provenienti da viale Redi e diretti verso Ponte alla Vittoria non cambia niente perchè possono continuare ad utilizzare viale Belfiore. Quelli che invece vogliono raggiungere viale Fratelli Rosselli, una volta arrivati in viale Belfiore, devono posizionarsi sulle corsie a sinistra del viale per poi svoltare sul controviale di viale Fratelli Rosselli dove sono state allestite appositamente due corsie protette. A questo punto i veicoli diretti in viale Strozzi possono rientrare sul viale mentre quelli diretti alla stazione di Santa Maria Novella imboccano via Jacopo Da Diacceto che ha cambiato senso di marcia (verso la stazione).
La cantierizzazione in corrispondenza dell’intersezione tra viale Belfiore-viale Redi-via Benedetto Marcello comporta la specializzazione delle carreggiate del sottopasso tra Strozzi e Belfiore. I veicoli diretti a Porta a Prato-Ponte alla Vittoria devono obbligatoriamente utilizzare la canna lato Fortezza; è invece possibile per i mezzi in transito nella canna lato viale Redi rientrare sulla direttrice verso Porta a Prato.
I veicoli privati provenienti dalla direttrice Dalmazia-Careggi e diretti verso piazza della Libertà possono utilizzare anche l’itinerario via del Romito-via Spadolini-via Caduti di Nassirya (rampa lunga)-piazzale Montelungo e, grazie al nuovo semaforo, entrare in viale Strozzi, imboccare il sottopasso e dirigersi su viale Lavagnini. Oppure, se diretti verso Porta a Prato-Ponte alla Vittoria, possono utilizzare la cosiddetta rampa corta (via della Rivoluzione Ungherese) per poi rientrare su viale Strozzi e arrivare in viale Belfiore.

Per il trasporto pubblico locale Ataf è in atto una riorganizzazione di grande rilievo.
Per una parte delle linee, quelle provenienti da Sesto-Calenzano e in generale dell’area di Careggi, è stata attivata la corsia preferenziale lungo piazzale Montelungo; grazie all’installazione del nuovo impianto semaforico gli autobus possono attraversare viale Strozzi e imboccare via Valfonda raggiungendo così l’area della stazione di Santa Maria Novella. Le linee interessate, ovvero 2 e 28 (in direzione Santa Maria Novella), 4 (in direzione piazza dell’Unità) e 14 (in direzione via della Ripa-il Girone), vengono deviate in via del Romito transitando quindi per via Spadolini-via Caduti di Nassyria-via Montelungo-via Valfonda.
Le linee provenienti da via Benedetto Marcello, ovvero la 23 (direzione Sorgane-Nave a Rovezzano), la 22 (direzione Santa Maria Maggiore) e la 57 (direzione stazione Santa Maria Novella) sono deviate sul percorso piazza San Jacopino-via Cristofori-via Benedetto Marcello-via del Ponte alle Mosse. Da qui gli autobus rientrano in viale Fratelli Rosselli-viale Strozzi e raggiungono la stazione da via Valfonda.
Per quanto riguarda le linee 29, 30 e 35, i capolinea si spostano da via Alamanni all’area della Leopolda, per l’esattezza in via Gabbuggiani, dove è possibile l’interscambio con la tramvia per arrivare alla stazione di Santa Maria Novella. Per la Leopolda si passa da via Ponte alle Mosse-viale Fratelli Rosselli; per piazza Puccini (Pratese 29-30, Pistoiese 35) si passa da viale Fratelli Rosselli-via delle Porte Nuove.
Infine la linea 20, proveniente da via del Romito e diretta in via Comparetti, transita per via Cosseria-via XX Settembre-Ponte sul Mugnone-via Poliziano-viale Lavagnini.

Torna in funzione in viale Morgagni la corsia riservata alle ambulanze dirette a Careggi. Novità per le linee Ataf in vista dei cantieri in via Pisacane e via Vittorio Emanuele.

mappa cantiere pisacane 2


Procedono i lavori della linea 3 della tramvia. Da giovedì 7 luglio è tornata in funzione la terza corsia di viale Morgagni riservata ai mezzi di soccorso diretti al polo ospedaliero di Careggi (la corsia manterrà tale funzione esclusiva anche una volta attivata la tramvia). Contestualmente scatta la riorganizzazione del Trasporto Pubblico Locale in vista dell’avvio dei cantieri in via Vittorio Emanuele e via Pisacane, in programma a metà luglio.

In specifico sono state adottate delle modifiche che riguardano le linee 2,8,14,20,28,54,56 e 60.
Le linee dirette verso via delle Panche e via Giuliani (2,20,28 e 54) sono instradate su via Tavanti, via Celso, via Taddeo Alderotti, via Dino del Garbo e via Santo Stefano in Pane. Nella direzione opposta queste linee continuano a percorrere via Giuliani, Piazza Dalmazia e via Corridoni.
Il capolinea delle linee 8,56 e 60 si sposta da via Vittorio Emanuele a via Dino del Garbo. Dopo aver effettuato il capolinea in via Dino del Garbo queste linee girano a sinistra nel viale Morgagni per dirigersi verso Piazza Dalmazia e via Corridoni (linea 8) o via Mariti (Linee 56, 60).
La linea 14 mantiene il proprio itinerario in direzione della zona ospedaliera di Careggi, mentre nella direzione opposta (da Largo Brambilla) percorre tutto viale Morgagni fino a immettersi in Piazza Dalmazia.
Sempre nell’ambito dei lavori connessi alla realizzazione della linea 3, è stato modificato da metà giugno il capolinea delle linee 40 e 43, che servono le zone collinari di Serpiolle e Careggi. Il capolinea è stato spostato da Piazza Dalmazia a via Fantoni, presso la stazione ferroviaria di Rifredi.

Itinerari alternativi per le auto da e verso l'ospedale di Careggi

Chi deve andare verso il polo ospedaliero deve privilegiare via Alderotti, dove è stata revocata la corsia riservata ai mezzi di soccorso, piuttosto che viale Morgagni, dove c’è una sola corsia verso Careggi. Rimanendo in viale Morgagni si ricorda che per uscire dall’area ospedaliera è a disposizione la corsia da largo Brambilla fino a piazza Dalmazia. Inoltre non è più possibile per i veicoli diretti verso l’ospedale svoltare a sinistra in via Santo Stefano in Pane attraversando la sede tranviaria. Quindi gli automobilisti in arrivo da via Mariti e diretti verso via Reginaldo Giuliani-stazione di Rifredi e verso Sesto Fiorentino devono invece utilizzare l’itinerario piazza Dalmazia-viale Morgagni svoltare a destra in via Cesalpino per riprendere via Alderotti e da qui svoltare in via Dino del Garbo-via Santo Stefano in Pane fino ad arrivare in via Reginaldo Giuliani.
Per chi arriva dalla direttrice Statuto-Romito-piazza Leopoldo: evitare via Vittorio Emanuele II. Per raggiungere Careggi percorrere via Tavanti-via Celso e poi riprendere via Alderotti. Se invece la meta è via Reginaldo Giuliani-stazione Rifredi-Sesto Fiorentino utilizzare l’itinerario via Tavanti-via Celso-via Alderotti-via Dino del Garbo e così arrivare in via Reginaldo Giuliani.

Redazione Nove da Firenze