Caetano Veloso al Musart Festival 2019

Musart festival 2019

Nel programma del festival fiorentino spettacoli, visite a luoghi d’arte, docu-film, mostra fotografica. Dal 13 al 24 luglio in piazza della Santissima Annunziata, nel cuore di Firenze


Leggenda della musica brasiliana, Caetano Veloso sarà in concerto venerdì 19 luglio 2019 al Musart Festival di Firenze, nell’ambito del tour CMTZ_V che lo vedrà al fianco dei figli Moreno, Tom e Zeca.


Musart è un unicum nell’offerta festivaliera italiana. In programma dal 13 al 24 luglio in piazza della Santissima Annunziata, a due passi dal Duomo di Firenze, il festival abbinerà grandi nomi dello spettacolo al fascino secolare di Firenze, attraverso visite a luoghi d’arte, mostre, docu-film e altri eventi collaterali. A piazza della Santissima Annunziata si aggiunge l’adiacente piazza Brunelleschi, il foyer di questo meraviglioso teatro a cielo aperto.

Oltre a Caetano Veloso, protagonisti di questa edizione saranno l’etoile Roberto Bolle, Francesco De Gregori, l’ex Genesis Steve Hackett. E ancora, Nicola Piovani con l’Orchestra del Maggio, il pop celtico di Loreena Mckennitt, la straordinaria reunion del Perigeo, le musiche della saga Il Trono di Spade interpretate dall’Ensemble Symphony Orchestra, classici del rock in versione sinfonica con Orchestra della Toscana e Prague Philharmonic Orchestra, il concerto all’alba di Danilo Rea.

Musart Festival 2019 taglierà il nastro sabato 13 luglio con “Roberto Bolle and Friends”, Gala di danza di cui l’“Étoile dei due mondi” non è solo interprete, ma anche direttore artistico.

Lunedì 15 luglio il premio Oscar Nicola Piovani salirà sul podio dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino per “Piovani dirige Piovani”, concerto dedicato alle più note colonne sonore del Maestro, da “La Vita è Bella” a “La Notte Di San Lorenzo”.

In versione sinfonica anche i successi che Francesco De Gregori presenterà martedì 16 luglio nell’ambito del tour “De Gregori & Orchestra – Greatest Hits Live”. Al fianco del cantautore un ensemble di 40 elementi, il quartetto Gnu Quartet e la sua band.

Pink Floyd, Deep Purple, Queen, Led Zeppelin e altri mostri sacri del rock rivivranno in chiave orchestrale mercoledì 17 luglio nel grande concerto “Rock the opera”, insieme all’Orchestra della Toscana e ai solisti della Prague Philharmonic Orchestra, direttore Friedemann Riehle.

Giovedì 18 luglio sarà la volta dell’ex chitarrista dei Genesis, Steve Hackett, un concerto in cui riproporrà per intero l’album capolavoro “Selling England by the Pound”.

Caetano Veloso approderà venerdì 19 luglio al Musart Festival di Firenze insieme ai figli Moreno, Tom e Zeca: “Ho sempre desiderato fare musica con i miei figli - spiega Veloso – durante lo spettacolo presentereò cose che sono cresciute in noi, da noi, con noi. E le mie canzoni scelte da loro. Brani impossibili da dimenticare come Um canto de afoxé para o bloco de ilê, Hinterland, O Leãozinho, Reconvexo…”.

Sabato 20 luglio piazza Santissima Annunziata sarà nel segno di Loreena McKennitt e del suo cantautorato intinto di atmosfere celtiche, interpretazioni sorprendenti di brani che traggono ispirazione dalla tradizione popolare.

Lunedì 22 luglio appuntamento con “Il Gran Concerto della Barriera”, tributo alla colonna sonora del Trono di Spade, riadattata dall’Ensemble Symphony Orchestra: evento imperdibile per tutti gli appassionati della serie tv.

Solo per una sera, martedì 23 luglio, solo per il Musart Festival di Firenze, tornerà insieme il Perigeo, gruppo simbolo delle sperimentazioni rock-jazz italiane degli anni Settanta. Sul palco una formazione molto vicina all’originale che allinea Giovanni Tommaso al basso, Claudio Fasoli al sax, Bruno Biriaco alla batteria, Tony Sidney alla chitarra e Claudio Filippini alle tastiere. Special guest il percussionista Alex "Pacho" Rossy.

Il festival si chiuderà con il concerto all’alba del pianista Danilo Rea, mercoledì 24 luglio (ore 4.45) nel Cortile degli Uomini dell’Istituto degli Innocenti.

Prima dei live si potranno visitare gratuitamente giardini, luoghi di culto e palazzi monumentali adiacenti alla piazza. Tra questi lo Spedale degli Innocenti, l’Istituto Geografico Militare, la Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze, la Chiesa di Santa Maria degli Innocenti, la Chiesa di San Francesco Poverino, il Giardino del Museo Archeologico, la Basilica di Santissima Annunziata e, novità di quest’anno, l’Accademia di Belle Arti di Firenze. Immancabile la mostra fotografica “Because the night” dedicata ai grandi concerti del passato, confermata la collaborazione con Sky Arte: docu-film e rarità in tema musicale nella sede di piazza Brunelleschi dell'Università di Firenze.

Biglietti disponibili nei punti vendita di Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita tel. 055.210804) e online su www.ticketone.it.

Per chi lo desidera sono disponibili biglietti Gold Package che al biglietto di primo settore abbinano ingresso dedicato, visita guidata ai luoghi d’arte della piazza, area hospitality, servizio catering, riduzioni per mostre e attività culturali. Musart Festival 2019 è prodotto da associazione culturale Musart in co-organizzazione con Istituto degli Innocenti.

Redazione Nove da Firenze