Bach? A Firenze si ascolta in tramvia

Mercoledì 10 luglio dalle 21 tre tappe lungo la linea T1, il 17 luglio invece l'iniziativa si svolgerà lungo la T2. A suonare, i giovani violoncellisti Giovanni Inglese, Valentina Bionda e Matilde Michelozzi


Torna per il quarto anno consecutivo il Festival InCanto d'Estate, a cura di A.Gi.Mus. Firenze e parte dell’Estate Fiorentina del Comune di Firenze.

Quest’anno il cartellone si apre con Bac (h)k to the Moon - Notturno in tramvia per violoncelli, un percorso in due giornate lungo le due nuove linee della tramvia, T1 e T2, nel quale verranno eseguite per intero le Sei Suite per violoncello solo di J.S. Bach.

L'iniziativa vede la collaborazione del Quartiere 5 del Comune di Firenze e di una rete di realtà e spazi dislocati lungo le linee della tramvia che ospiteranno i vari momenti musicali.

Il primo appuntamento è per il 10 luglio a partire dalle ore 21.00, lungo la Linea T1, in tre tappe: alle ore 21.00 presso la fermata Muratori-Statuto e nella Terza Piazza, attigua al centro Coop.fi di Piazza Leopoldo, alle 21.30 alla Fermata Vittorio Emanuele II - Teatro di Rifredi e nel Giardino dell’S.M.S. di Rifredi, alle ore 22.00 alla Fermata Careggi e nel piazzale esterno del NIC – Nuovo Ingresso dell’Ospedale Careggi.

Ogni tappa si aprirà con un flash mob alla fermata e sarà seguita dall’esecuzione di una delle Suite nei vari luoghi indicati. Sarà possibile seguire tutto il percorso in tramvia (muniti di regolare biglietto), oppure presentarsi direttamente agli appuntamenti alle varie fermate (gli orari delle tappe successive alla prima sono indicativi e dipenderanno dal procedere del percorso). Il 10 luglio suoneranno i violoncellisti Valentina Bionda e Giovanni Inglese, che eseguiranno, nell’ordine, le Suite n. 3, 6 e 4.

Il 17 luglio, invece, l’iniziativa si svolgerà lungo la Linea T2, sempre a partire dalle 21.00: la prima tappa sarà alla Fermata Buonsignori – Liceo da Vinci e nell’attiguo giardino, la seconda, alle 21.30, presso la Fermata San Donato – Università e dentro la Chiesa di San Donato in Polverosa e la terza, alle 22.00, presso la Fermata Torre Degli Agli e nella vicina Caserma dell’Esercito.

Le modalità di partecipazione saranno le stesse. Si esibiranno i violoncellisti Matilde Michelozzi e Giovanni Inglese che eseguiranno le Suite n. 1, 5 e 2.

L’iniziativa, fatto salvo il costo del biglietto della tramvia, è ad ingresso libero.

“E’ un progetto in cui crediamo molto” - ha commentato Luca Provenzani, Presidente dell’Associazione A.Gi.Mus. Firenze. “L’intero ciclo delle sei Suite di Bach, capolavoro assoluto per violoncello, prenderà vita lungo le linee della Tramvia. E’ un bel modo per vivere la città e per valorizzare alcuni bellissimi spazi che si trovano lungo il percorso delle due linee”.

Questa edizione del Festival InCanto d’Estate celebrerà il cinquantenario dell’allunaggio, da cui il titolo “Bac(h)k to the Moon”. L’appuntamento successivo sarà il 20 luglio alle 21.15 presso la Chiesa di San Michele a Castello (Via di San Michele a Castello, 14), dove il Quintetto di fiati Quinto Aere terrà un concerto ispirato proprio all’anniversario dello sbarco dell’uomo sulla Luna, nel giorno esatto della ricorrenza.

Il Festival proseguirà quindi a Villa Pozzolini (Viale Guidoni 188) nelle date 18 e 25 settembre e 2 ottobre. Il 18 settembre si esibirà il duo formato da Luca Provenzani ed Amerigo Bernardi con il programma “Lunatici, ma non troppo”, musiche di Rossini, Bach, Vivaldi e Sammartini, il 25 settembre Diana Colosi all’arpa e l’attore Riccardo Massai porteranno in scena “Il Piccolo Principe” e il 2 ottobre il soprano Silvia Martinelli ed Andrea Trovato al pianoforte ci trasporteranno all’ascolto delle più belle arie d’opera (e non solo) con “…Ma per fortuna è una notte di luna”.

I concerti sono ad ingresso libero

In collaborazione con il Quartiere 5 del Comune di Firenze

INFO

A.Gi.MUS. 055/580996

www.agimusfirenze.it - agimus.firenze@agimus.it

Redazione Nove da Firenze