La vera storia di Iqbal, la lotta alla povertà portata avanti da Oxfam Italia

Questa domenica a teatro la lotta alla povertà portata avanti da Oxfam Italia, si lega ad una struggente storia vera per riflettere sui diritti dell’infanzia interpretata dal noto comico napoletano Giovanni Esposito


TEATRO —
16 marzo ore 16.30 – Teatro delle Spiagge - Via del Pesciolino (traversa di via Pistoiese) - Firenze

Per la prima volta questa domenica 16 marzo alle 16.30 andrà in scena al teatro delle Spiagge di Firenze “Il bambino dei tappeti”, lo spettacolo scritto, diretto ed interpretato dal noto attore comico napoletano Giovanni Esposito. Il racconto della storia vera di Iqbal Masih, il bambino pakistano dodicenne ucciso dalla “mafia dei tappeti” per essersi ribellato a chi lo aveva incatenato nel lavoro al telaio fin dalla più tenera età. Un appuntamento che unirà quindi la riflessione sui diritti dell’infanzia con la lotta alla povertà. Parte del ricavato dello spettacolo infatti sosterrà i tanti progetti di aiuto allo sviluppo realizzati da Oxfam Italia nel Sud del mondo. Al termine dello spettacolo si terrà inoltre un’altra sorpresa con la rappresentazione animata della Carta Internazionale dei Diritti dell’Infanzia per sottolineare che tutto quello che può apparire scontato nel nostro Paese, come mangiare, giocare, andare a scuola, essere curato e perfino avere un nome, in realtà ha avuto bisogno della ratifica di un documento discusso e approvato da quasi tutte le Nazioni del mondo.

Lo spettacolo: la vera storia Iqbal

Ikbal, venduto a cinque anni, non sa leggere né scrivere, con l'aiuto di un organizzazione internazionale riesce a fuggire dai suoi aguzzini e a raccontarsi al mondo. La sua storia diviene così il simbolo dello sfruttamento minorile e lui ne pagherà le conseguenze con la vita. Ma Iqbal è un ragazzo coraggioso che ha scelto di combattere per affermare i diritti dei bambini nella sua terra e nel mondo. Iqbal impara a leggere e a scrivere e vorrebbe fare l'avvocato e sogna di aprire una scuola nel suo paese. Grazie a lui si riaccende l'attenzione sui diritti dell'infanzia e il lavoro minorile e saranno liberati dall'inferno del lavoro più di tremila bambini. In Pakistan chiuderanno moltissime fabbriche di tappeti, ma questo non piace a chi ha bisogno di quelle piccole manine manufatturiere, preziose per intrecciare appunto quei bellissimi tappeti spesso presenti nelle nostre case. E il sogno di Iqbal viene interrotto con violenza. Uno spettacolo teatrale per tenere vivo Iqbal e proseguire il suo cammino dando ancora voce a molte sue parole. “Nessun bambino dovrebbe impugnare mai uno strumento di lavoro. Gli unici strumenti di lavoro che un bambino dovrebbe tenere in mano sono le penne e le matite” - Iqbal Masih.
Per info sulla vendita biglietti: tel. 055310230 – cell. 3294187928 - info@teatridimbarco.it

Giovanni Esposito. Napoletano, classe ’70, dal 1993 al 1995 frequenta l'Accademia d'Arte Drammatica del Teatro Bellini di Napoli. Inizia la sua carriera in televisione grazie al personaggio di Giovanni Cazzaniga sia al Pippo Chennedy Show che a Mai dire... assieme alla Gialappa's Band, nello stereotipo del tipico napoletano della medio-piccola borghesia. Da segnalare il sodalizio professionale e cinematografico coi comici Aldo, Giovanni e Giacomo.Per la televisione ha partecipato a La Piovra 8 sulla Rai, Anni '50 e Grandi domani su Mediaset e in Rai Salvo D'Acquisto con Beppe Fiorello. Tra i sui più recenti successi cinematografici Anche se è amore non si vede, di Salvatore Ficarra e Valentino Picone (2011), To Rome with Love, di Woody Allen (2012), Una piccola impresa meridionale, regia di Rocco Papaleo (2013).

Oxfam Italia è un’associazione di cooperazione e solidarietà internazionale, nata in Toscana, parte di una grande coalizione internazionale, formata da 17 organizzazioni che lavorano in oltre 90 paesi per trovare soluzioni durature all’ingiustizia della povertà nel mondo. Da oltre 30 anni è impegnata in molte regioni del mondo, per migliorare le condizioni di vita delle popolazioni locali, dando loro il potere e le risorse per esercitare i propri diritti e costruire un futuro migliore, e contribuire a garantire loro cibo, acqua, reddito, accesso alla salute e all’istruzione. Oxfam Italia lavora attraverso programmi di sviluppo, interventi di emergenza, campagne di opinione e attività educative per coltivare un futuro migliore, in cui tutti, ovunque, abbiano cibo a sufficienza. Sempre.

Redazione Nove da Firenze