Dieci appuntamenti per i Concerti 2014 del Centro Busoni

Dal 6 febbraio al 9 maggio grandi nomi del panorama internazionale sui palchi di Empoli, concerti di punta Elio & i Fiati Associati e Vladimir & Vovka Ashkenazy


EMPOLI — Al via i Concerti 2014 del Centro Studi Musicali "Ferruccio Busoni" di Empoli con un programma che porterà sulla scena grandi nomi del panorama internazionale per 10 imperdibili appuntamenti.

Al centro del programma, uno dei più grandi pianisti della scena mondiale: il grandissimo Vladimir Ashkenazy (10 febbraio), per la prima volta a Empoli a due pianoforti col figlio Vovka, docente all’Accademia di Imola, per grandi pagine di Franz Schubert, Johannes Brahms, Alexander Borodin e Igor Stravinsky. Ed ancora evento clou Elio & I Fiati Associati (9 aprile), un binomio originale che farà apprezzare un volto meno noto del versatile musicista vero factotum musicale, istrionico, imprevedibile, vulcanico e irriverente, impegnato in un programma dedicato al ‘900 di Kurt Weill e Bertold Brecht.

Ad aprire le danze la collaborazione ormai storica con l’Orchestra della Toscana, impegnata in tre serate eclettiche e accattivanti: la prima con Michele Campanella (6 febbraio) direttore e solista in Mozart e Brahms, la seconda con la partecipazione eccezionale dell’attrice Maria Cassi (27 febbraio) per un insolito Concerto di Carnevale, la terza con la magia di flauto e arpa di Fabio Fabbrizzi e Floraleda Sacchi (9 maggio). Tra questi tre appuntamenti sinfonici, un giovane pianista russo emergente, Alexander Panfilov (4 marzo), vincitore del Concorso Internazionale “A. Speranza” di Taranto. Non manca il jazz, con la partecipazione di uno dei suoi più illustri rappresentanti italiani, come Giorgio Gaslini (18 marzo), che sarà presente alla serata dedicata alla sua musica, con un gruppo di musicisti di prim’ordine quali Francesca Breschi, Stefano Parrino, Paolo Corsi e Alessandra Garosi. A questo ensemble jazzistico ne corrisponde uno classico, con amici del Centro Busoni del calibro di Alessandro Licostini e del Quartetto Fonè (30 marzo). Inserite fra i Concerti anche due imperdibili serate ad ingresso gratuito al Cenacolo degli Agostiniani: la prima è la presentazione – a cura di Lorenzo Ancillotti – dell’interessante CD di Davide Alogna e David Boldrini dedicato alla produzione per violino e pianoforte di Schubert in uscita con la rivista Amadeus (4 aprile). La seconda, invece, è una sorta di viaggio attraverso quel caleidoscopico capolavoro che sono le Variazioni Diabelli di Beethoven, proposto da Guido Barbieri con tre giovani talenti della Scuola di Musica di Fiesole (21 marzo).

Redazione Nove da Firenze