Tavano salva l'Empoli, il Palermo è a -1. Il posticipo va al Bari

Il Brescia tiene viva la corsa promozione.


SERIE B — Il pareggio delle Rondinelle sul campo dell'Empoli mantiene, sì, i toscani al primo posto, ma accorcia la classifica delle inseguitrici.

Nell'anticipo del Castellani Tavano apre subito le marcature per la squadra di Sarri, ma nel secondo tempo l'uno-due di caracciolo e Grossi ribalta la situazione. È lo stesso Tavano, minuto 94, a salvare l'Empoli dalla sconfitta interna e mantenere la prima piazza in classifica.

Ne approfitta il Palermo con una partita da batticuore contro il Novara. Strepitoso gol di Belotti alla fine del primo tempo, l'ex Gonzalez gela il Barbera, ancora l'attaccante under 21 nel primo minuto di recupero sigla la sua personale doppietta. Palermo-Novara 2-1, rosanero a -1 dalla capolista.
Frena il Lanciano sul campo del Trapani, castigato dal gol di Basso. Gli abruzzesi restano terzi a due punti dall'Empoli. Per i siciliani terza vittoria consecutiva dopo un lungo digiuno e una posizione più tranquilla a centro classifica.

Rallentano Avellino e Crotone. Per gli irpini si sapeva che la partita col Cesena non sarebbe stata facile e, malgrado le buone occasioni da una parte e dall'altra, il risultato non si sblocca mai e alla fine è un buon punto per entrambe.
I pitagorici impattano con lo stesso risultato a Padova contro i ragazzi di Mutti. Il passetto in classifica consente ai padroni di casa di non fermare il tentativo di risalita dal penultimo posto, mentre i calabresi restano in pienissima corsa playoff.

Sempre a proposito di Calabria, tonfo inaspettato della Reggina seppur contro il più quotato Spezia. Da Silva illude Di Michele e soci segnando già al primo minuto, nella ripresa Migliore e il solito Ebagua ribaltano le sorti dell'incontro.

Non smette di stupire il Latina, vittorioso contro l'ultima della classe, la Juve Stabia. Jonathas è match winner con una rete alla mezz'ora della ripresa. I laziali sono sesti, scavalcato il Cesena.
Gol e spettacolo in Pescara-Carpi: Brugman su punizione manda avanti i biancocelesti ma nel Carpi pareggia Concas malgrado l'inferiorità numerica. Nella ripresa si scatena Maniero con una doppietta (un rigore) e nel mezzo anche il gol del giovane Politano. Di Gaudio rende meno amara la disfatta in terra abruzzese.
Torna al successo il Varese del nuovo allenatore Gautieri e lo fa in casa, in rimonta contro il Cittadella; al vantaggio degli ospiti firmato Coralli risponde il solito Pavoletti (decimo centro stagionale) e Cristiano. Crisi senza fine per i veneti.

Il carattere del Siena è cosa nota e ormai quasi non fa più notizia. Sul difficile campo del Modena la Robur strappa un punto con le unghie e con i denti.
Sorpresa nella scelta del modulo: Beretta schiera un difensivo 5-3-2 che si trasforma in 3-5-2 in fase offensiva; Giacomazzi scala in difesa, Angelo e Grillo sgroppano sulle fasce, Giannetti supportato da Rosina in attacco. Ancora fuori Paolucci.
All'inizio i ritmi non sono altissimi. Il primo tempo è tutto in un paio di calci piazzati e qualche tiro da fuori. Sul finire del tempo il primo errore di una stagione fin qui gigante di Angelo costa un calcio di rigore in favore dei canarini per fallo su Babacar. Mazzarani contro Lamanna. Tiro forte e centrale, 1-0 all'intervallo.
Nei primi venti minuti della ripresa cambia qualcosa Beretta dalla tribuna, poiché squalificato: dentro Valiani per Grillo, dentro Paolucci per D'Agostino, poco in vena questo sabato. Siena che torna con le due punte più il trequartista. Il Siena attacca, il Modena gioca di contropiede andando vicinissima al raddoppio con Doudou che supera anche Lamanna ma non Giacomazzi appostato sulla linea. Entra anche il giovane attaccante diciannovenne Rosseti al 40' del secondo tempo e i 5' più i 4 di recupero sono sufficienti a trasformarlo nell'eroe di giornata, almeno per i senesi.
Palla in area all'ultimo assalto, Rosseti stoppa e fa partita un potente rasoterra di destro. Pinsoglio, portiere modenese, non è impeccabile e tocca soltanto il pallone. Gioia nel settore ospiti, gioia per il nuovo entrato. Fischio finale.

Sul terreno fradicio del San Nicola il Bari batte la Ternana 2-1. Anzi, Galano batte la Ternana 2-1. il folletto biancorossa è super protagonista del Monday Night di serie B. Fuori Laro, Rispoli e sopratutto Antenucci tra i rossoverdi, il Bari gioca con il consueto 4-2-3-1. Defendi, Beltrame e Galano dietro Joao Silva. Al decimo il mancino di Galano spacca già il match: bolide da fuori area che si insacca sotto la traversa. La reazione dei ragazzi di Toscano è timida e il solo Ceravolo in avanti non impensierisce la difesa di Alberti. Così Galano può firmare la doppietta personale e il sesto gol stagionale. Lancio preciso di Beltrame, il biancorosso si presenta a tu per tu con Brignoli e lo supera ancora. Dura solo 5 minuti il doppio vantaggio perché Zito trova l'incurisone giusta e batte al volo Guarna. La ripresa è una battaglia di muscoli su un campo pesante ma è il Bari a tenere ancora il pallino del gioco; Galano manca una clamorosa tripletta, Calderoni da fuori area sfiora il palo con Brignoli immobile a guardare. La stanchezza è tanta e quando sembra che il risultato sia in porto Avenatti spaventa tutto il San Nicola anticipando Calderoni e Guarna in uscita: il pallone lento si dirige verso la porta ma sfiora soltanto il palo sinistro.
Tre punti d'oro, sorpasso sugli umbri e questa volta il doppio vantaggio non è stato sperperato come col Padova. Il Bari ha un'arma fenomenale che sa fare la differenza, la squadra deve sostenerlo e farlo esprimere a questi livelli. La trasferta a Castellamare di Stabia potrà permettere ad Alberti di abbandonare del tutto le posizioni più a rischio.

Claudio Mastrodonato. Ha collaborato GS


Risultati


Empoli-Brescia 2-2
Avellino-Cesena 0-0
Latina-Juve Stabia 1-0
Modena-Siena 1-1
Padova-Crotone 0-0
Palermo-Novara 2-1
Pescara-Carpi 4-2
Reggina-Spezia 1-2
Trapani-V. Lanciano 1-0
Varese-Cittadella 2-1
Bari-Ternana 2-1

Redazione Nove da Firenze