Gattomania, l'esposizione internazionale Felina

Alla Fortezza Da Basso sabato 8 e domenica 9 dicembre.


MOSTRA — Gattomanìa. Per gli appassionati del felino più amato e coccolato dall’uomo, l’appuntamento da mettere in agenda a dicembre è uno solo: Firenze Immagine Gatto, in calendario sabato 8 e domenica 9 dicembre.

Dopo il successo dell’edizione di febbraio, torna a grande richiesta la terza edizione della Mostra Internazionale Felina in programma alla Fortezza da Basso (Padiglione Arsenale) il secondo weekend di dicembre. L’evento, organizzato sotto l’egida dell’A.N.F.I. (Associazione Nazionale Felina Italiana - unica associazione autorizzata dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali all’emissione di Certificati Genealogici per i gatti di razza) riunisce tutti gli operatori del settore ed appassionati gattofili. Oltre 3.000 metriquadri espositivi a disposizione dove il visitatore potrà non solo ammirare la bellezza di tante razze diverse e rare ma anche trovare tutto quello che serve per il benessere del proprio animale fino ad un’ampia gamma di oggettistica in tema.

E sarà un intero weekend all’insegna dell’irresistibile fascino e potere ammaliante dell’amico ‘gatto’, signore indiscusso dei nostri salotti, enigmatico e spesso indecifrabile compagno a quattro zampe di grandi e piccini, elegante e signorile nel suo muoversi del quale Baudelaire ne elogiava gli “occhi striati di metallo e agata” e lo stesso Apollinaire lo ammirava a tal punto da manifestare il piacere di veder muoversi, fra le quattro mura domestiche, “un gatto a passeggio fra i libri”. Le testimonianze di un incondizionato amore per questi felini si moltiplicano nella storia accomunando regine, illuminati capi di stato, scrittori e grandi artisti. Così se Edgar Allan Poe amava portar in spalla all’interno delle mura domestiche il suo amato gatto Cattarina immortalandolo poi in Il Gatto nero (1842), George Sand era talmente affezionata alla sua gattina di nome Minou da condividere con lei nientemeno che la tazza della colazione. E se White Heather, il persiano della regina Vittoria, venne trattato a corte come un vero principino tanto da entrare nell’asse ereditar, con tutti gli onori, Jock, l’inseparabile compagno ‘a quattro zampe’ di Winston Churchill.

Come delle vere e proprie star saliranno sul palco splendidi esemplari di gatti: il Persiano con il suo lungo e vaporoso mantello, il Main-Coon, il grande gatto americano ottimo nuotatore e pescatore, il Norvegese delle Foreste, fiero e possente, ispiratore della celebre favola di Charles Perrault, Il Gatto con gli stivali, l’Abissino, il gatto dei faraoni, il riservato Certosino dal tipico mantello grigio-blu con occhi color ambra, esploratore per natura, l’Esotico, dall’indole docile, amante di tutte le comodità e soprattutto delle coccole del suo padrone!

“Abbiamo adesioni non solo dall’Italia ma da tutta Europa con la partecipazione di allevatori provenienti da Francia, Svizzera, Olanda e Norvegia. Insieme agli altri gatti inoltre, saranno presenti anche i 9 campioni del mondo 2012”, spiega uno degli organizzatori, Francesco Spadafora.

Oltre alla normale esposizione sabato (alle ore 15,00) e domenica (ore 9,30 - ore 15,30), in programma, un Concorso speciale per Maine Coon, Persiani ed Esotici, alla presenza di una giuria internazionale.


Orario di apertura al pubblico: dalle 10,00 alle 19,00
Biglietto d’ingresso: Intero:7,50 euro – Ridotto: 5,50 euro (bambini, adulti over 65) – Gratuito: (Bambini fino a 6 anni – Soci ANFI – Disabili e loro accompagnatori)

INFO: (Fusa d’autore: tel. 339 3808830 – photos.fi@libero.it)

Redazione Nove da Firenze