Cara Italia, Bella e perduta

Nei film che si girano nella nostra regione, in collaborazione con Toscana Film Commission, protagonista la storia del nostro paese


CINEMA — Sarà Pietro Marcello, autore stimato dalla critica italiana e internazionale, inventore di un linguaggio cinematografico innovativo che spazia dal documentarismo, all'iperrealismo, al tarantinismo, vincitore con La bocca del lupo del Torino Film Festival 2009, a raccontare sul grande schermo la storia d'Italia.
Il titolo del suo nuovo film, prodotto da Indigo Film, che sarà girato a Firenze, alla Chiesa di Santa Croce, il 14 e 15 giugno, è Bella e perduta.
Un racconto elegiaco che si propone di riscoprire il senso più profondo della nostra identità nazionale a partire dalla storia, dalla letteratura e dal patrimonio culturale. Il regista attraverserà l'Italia, facendo tappa anche a Firenze, raccontando luoghi e storie che tratteggiano la geografia peninsulare e la memoria del Paese. Alcune interviste racconteranno poi il presente d'Italia, le spinte particolaristiche e l'individualismo crescente, sintomo di una diffusa perdita del senso della collettività.

La storia della nostra regione, che nel periodo rinascimentale testimonia i primi germi degli scambi economici e culturali con le principali città europee, sarà raccontata da una serie di documentari prodotti da Prounen Film per la tedesca ZDF, intitolata Country Villas in Tuscany: the birth of Europe, diretto da Michael Trabitzsch e Barbara Fally Puskas. A fare da Cicerone sarà Lorenzo de' Medici, l'ultimo discendente della famiglia Medici, che si confronterà con gli eredi di altre dinastie toscane. Le riprese, già iniziate, proseguiranno a più riprese fino a settembre e interesseranno le più belle ville e dimore storiche nelle città di Firenze, Siena Lucca, Pistoia, Arezzo, Prato, Massa e Carrara. In particolare alcune delle location interessate saranno: Villa Medicea La Petraia di Sesto, la fiorentina Villa Gamberaia, Villa Mansi e Villa Torrigiani di Lucca, Villa Medicea di Poggio a Caiano, Villa Medicea di Buti, Castello di Brolio nel senese e la Residenza Ferragamo al Borro.

La storia sarà protagonista anche della serie di documentari per la tv Museum secrets, prodotta da National Geographic per Kensington TV, che sarà trasmessa da History Canada, UK TV e alcune altre tv locali canadesi, oltre che dalla BBC. Le riprese si svolgeranno a luglio e interesseranno la Galleria degli Uffizi, la Villa Il Gioiello ad Arcetri, e alcune location a San Giovanni d'Asso, in provincia di Siena.
In questo scorcio di fine primavera Bollywood, che già aveva fatto tappa in Toscana con il film Rajapattai, busserà di nuovo alle porte della nostra regione.
Da oggi fino al 14 giugno, in alcune location tra Lucca, Viareggio, Lido di Camaiore e Forte dei Marmi, saranno girate alcune scene del film Ajab Gazabb Love, prodotto da Pooja Entertainment & Films Ltd e diretto da Sanjay Gadhvi.
In particolare le location toscane faranno da cornice a scene di canti e balli, come nella migliore tradizione bollywood: coreografie su una canzone romantica saranno girate a Lucca, scene di una canzone hip-hop in Versilia.
Nel film un ragazzo indiano, figlio di un magnate dell'industria automobilistica che ha studiato in Italia, torna in India e s'innamora di una ragazza che detesta i ricconi. Per questo il ragazzo si presenta a lei come povero, costringendo la sua famiglia a fare lo stesso. Inizia così l'esilarante storia di una famiglia ricca che, per amore, si comporta da povera. Ma dopo un viaggio in Italia della coppia di due settimane, il colpo di scena: anche lei aveva finto di non essere ricca quando in realtà suo fratello è una persona molto potente. Una commedia degli equivoci con l'immancabile happy end. Al film collaborerà la società lucchese "Occhi di Ulisse", di Ivano Fucci, ormai specializzata nel proporre location del nostro paese a produzioni indiane.

Fino al 24 giugno, infine si gira a Firenze (in varie location cittadine), a Lucca (Villa Rosier e Villa Oliva), a Pisa (Torre e piazza dei Miracoli, alla Villa Corliano (vicino San Giuliano Terme di Pisa), e a Gaiole in Chianti (Castello di Verrazzano), il reality tv The Bachelor, prodotto da Ricochet Television. Il format TV prevede che 25 ragazze gareggino per conquistare l’uomo dei sogni che, attraverso nomination e esclusioni, arriverà alla fine a scegliere la donna che vorrà a suo fianco. Il format tv, che ambienta le proprie scene in location da fiaba per coronare un amore da fiaba, ha scelto le più belle e patinate location toscane.

Redazione Nove da Firenze