Immobile adibito a casa d’appuntamenti in piazza Savonarola

Gli inquirenti hanno accertato l’attività della donna verificando alcune segnalazioni in merito ad un anomalo via vai di uomini nella zona


PROSTITUZIONE — La Squadra Mobile ha sequestrato preventivamente un immobile in zona piazza Savonarola dopo aver denunciato due cittadini cinesi per il reato di favoreggiamento della prostituzione. All’interno della palazzina, gli investigatori della Sezione Contrasto al Crimine Diffuso hanno scoperto una donna cinese di 42 anni che si prostituiva.
Gli inquirenti hanno accertato l’attività della donna verificando alcune segnalazioni in merito ad un anomalo via vai di uomini nella zona. Ascoltando alcuni testimoni sono poi risaliti ad alcuni annunci collegati, inseriti su siti web di “incontri”.

Durante il controllo nell’appartamento la polizia ha rintracciato un 38enne cinese che, secondo quanto emerso dalla ricostruzione dei fatti, aveva il compito di vigilare sul regolare svolgimento delle “prestazioni a pagamento”.
Quest’ultimo è finito nei guai insieme al locatario dell’appartamento (un altro cittadino cinese) che aveva subaffittato l’abitazione utilizzata dalla sua connazionale (in Italia irregolare) come casa d’appuntamenti.

Redazione Nove da Firenze