XII Convegno Mondiale di Comunicazione della Scienza e della Tecnologia

95 sessioni in tutto in cui centinaia di esperti di comunicazione della scienza, provenienti da oltre 50 paesi, dibatteranno sui temi scientifici più ‘cliccati’ del web, come ad esempio sulle implicazioni etiche derivanti dall’uso delle cellule staminali, o sulla comunicazione di un disastro come Fukushima


FIRENZE — Firenze capitale mondiale della comunicazione scientifica e tecnologica. Sarà infatti il capoluogo toscano ad ospitare la XII° Conferenza Internazionale di Comunicazione della Scienza e della Tecnologia (PCST 2012), per la prima volta in Italia. Il convegno sarà ospitato al Palazzo dei Congressi di Firenze dal 18 al 20 aprile 2012.

Alla cerimonia di inaugurazione che si svolgerà mercoledì 18 aprile alle ore 17, presso il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio e organizzata in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Astrofisica porteranno il proprio saluto istituzionale ai numerosi partecipanti provenienti da tutto il mondo, il Sindaco di Firenze Matteo Renzi, il Presidente dell’INAF Giovanni Bignami, il Presidente del PCST network Toss Gascoigne, il Direttore della Science Policy Division dell’Unesco Lidia Brito e il Direttore Generale dell’Agenzia Spaziale Europea, Jean-Jaques Dordain.

95 sessioni in tutto in cui centinaia di esperti di comunicazione della scienza, provenienti da oltre 50 paesi, dibatteranno sui temi scientifici più ‘cliccati’ del web, come ad esempio sulle implicazioni etiche derivanti dall’uso delle cellule staminali, o sulla comunicazione di un disastro come Fukushima, piuttosto che sulla cucina molecolare.

Si tratta di una Conferenza internazionale fuori dagli schemi. È previsto, tra gli altri interventi, uno Speakers’ Corner -che porterà a Firenze un pezzetto di Hyde Park-, Book Crossing, pieces teatrali ‘tecnologiche’ e performance musicali ‘scientifiche’.
E ancora, video dedicati al cambiamento climatico, cartoni animati e comics a tema, web radio e podcast dedicati.

A patrocinare l’evento l’Istituto Nazionale di Astrofisica, il Comune di Firenze, l’Agenzia Spaziale Europea, l’Unesco, il Museo Galileo, l’Università degli Studi di Firenze, il Consiglio Nazionale delle Ricerche, l’Istituto Universitario Europeo e la Regione Toscana.

Redazione Nove da Firenze