Empoli: il Comune diventa “social”

Attivati il profilo Facebook e un canale su You Tube


ENTI LOCALI — EMPOLI- Il Comune di Empoli diventa “social”. É già attivo da alcune settimane il profilo istituzionale dell'Amministrazione comunale su Facebook, alla voce “Comune di Empoli”. Dopo una prima fase di sperimentazione il profilo è stato lanciato ufficialmente lunedì scorso, 16 gennaio 2012, e ha già registrato quasi 100 “Mi piace”. La pagine Facebook del Comune ospiterà notizie di pubblico servizio, scadenze, bandi, modifiche alla viabilità, news dal Comune.

“Negli ultimi anni internet ha conosciuto una evoluzione verso il cosiddetto web 2.0 che richiede anche alle pubbliche amministrazioni una valutazione sulla concreta possibilità di utilizzare i social network per comunicare con i cittadini -spiega Arianna Poggi, assessore alla comunicazione di Empoli- molti dei quali, sopratutto i più giovani, si rivolgono al Web, non per fare della semplice consultazione in siti statici, ma popolando e alimentando la rete con propri contenuti. Facebook, You Tube, Twitter sono gli esempi più noti di social network che permettono questa interazione e che possono anche rispondere a diverse necessità e finalità delle amministrazioni pubbliche: aumentare la visibilità, promuovere la condivisione di iniziative, accrescere l’autorevolezza dell’ente, promuovere eventi, informare sui servizi offerti e sulle modalità di fruizione».

«Si tratta di strumenti che ci possono aiutare a comunicare con cittadini spesso non raggiunti con i mezzi tradizionali -aggiunge Poggi- e che possono migliorare anche la partecipazione aprendo nuovi spazi di dialogo, per raccogliere opinioni, valutare la soddisfazione degli utenti sui servizi. Sono queste considerazioni che ci hanno spinto ad attivare il profilo Facebook del Comune di Empoli e un canale dedicato su You Tube. Mentre il primo è in piena attività, per il secondo i contenuti saranno inseriti mano a mano che verranno realizzati nuovi video». Non è la prima volta che il Comune di Empoli utilizza i social network. Su Facebook, infatti, sono già presenti i profili del Museo del vetro e quello di Apriticentro!, che informa sulle iniziative e gli eventi che si tengono nel centro storico.

(dp)

Redazione Nove da Firenze