Ruffino: Sandro Sartor nuovo amministratore delegato

Torinese, 47 anni, è il nuovo vertice dell'azienda vinicola


TOSCANA — L’ingresso di Sandro Sartor rappresenta la prima e importantissima novità di Ruffino dopo l’acquisizione da parte della multinazionale americana Constellation Brands. Sandro Sartor vanta una lunga e significativa esperienza nella multinazionale Diageo - leader al mondo nel settore delle bevande alcoliche - che lo ha portato ad assumere posizioni di crescente responsabilità in Italia e all'estero fino ad essere nominato Amministratore Delegato e Direttore Generale di Diageo Italia, ruolo che ha coperto con successo negli ultimi sei anni prima di approdare in Ruffino.

L’arrivo di Sartor, uomo dalla grande capacità direzionale e motivazionale, con un significativo retroterra maturato in contesti internazionali e nazionali, complessi e competitivi - caratteristiche che lo hanno reso la figura ideale per il nuovo corso di Ruffino - testimonia la volontà di Constellation Brands di investire nel suo nuovo marchio, l’unico italiano, anche attraverso le più qualificate risorse umane.

Ruffino si avvia così a vivere questa nuova pagina della sua lunga storia con i talenti migliori per continuare nel suo cammino di crescita nei mercati internazionali. Da oltre un secolo i vini Ruffino rappresentano la Toscana nelle tavole di tutto il mondo e costituiscono un consolidato sigillo di qualità italiana universalmente conosciuto e apprezzato: a Sartor e al suo gruppo di lavoro in Italia, lo stimolante compito di condurre Ruffino e i suoi vini in una nuova stagione di successi, attraverso il consolidamento delle storiche aree di eccellenza di Ruffino e la valorizzazione del potenziale di crescita dei nuovi mercati.

Redazione Nove da Firenze