Anna Calvi al Viper Theatre di Firenze

La cantante britannica si esibirà a Firenze venerdì 21 alle 21,30.


MUSICA — Brian Eno l’ha definita “La cosa migliore dai tempi di Patty Smith”. Nick Cave, Arctic Monkeys e Interpol l’hanno voluta come supporter per le loro date europee, mentre la BBC l’ha inserita tra i finalisti di “Sound of 2011”...

Anna Calvi è la nuova musa del rock UK. Cantante e compositrice dalla fortissima personalità, è spesso paragonata a PJ Harvey e Siouxsie, anche se lei ha dichiarato di ispirarsi alle voci di Nina Simone, Maria Callas e Scott Walker, alle chitarre di Django Rheinhard e Robert Johnson, oltre che al classico romanticismo di Ravel e Debussy.

La folgorazione è avvenuta a dicembre, con l'uscita del primo singolo “Jezabel”, cover di un brano degli anni Cinquanta reso celebre dall'interpretazione di Edith Piaf. Dopo il secondo singolo, “Moulinette” e la partecipazione a “Sound of 2011” a gennaio 2011 è arrivato l'album d'esordio, eponimo, che in un baleno ha guadagnato le classifiche di Sua Maestà e di altri Paesi.

Il disco, registrato tra Londra e la Francia, è una magistrale scomposizione di desiderio e amore. Si sviluppa sulla chitarra di Anna e sulla sua potente e ammaliante voce. Dieci brani che distillano un rock scuro e sonorità retrò, frutto anche della sapiente produzione di Rob Ellis (già collaboratore di PJ Harvey, Nick Cave e dei nostrani Marlene Kuntz). Tra le canzoni più ricercate “Desire”, “Blackout”, “The devil”...

Il tutto tra le sincere lodi della stampa europea: “Il primo grande album del 2011” a detta del NME, “Un debutto grandioso e un rifiuto senza paura delle attuali tendenze della musica pop...” per Uncut. Il fascino sensuale di Anna Calvi ha quindi attraversato le Alpi, guadagnandosi copertine e interviste anche su Blow Up (disco del mese gennaio 2011), Rolling Stone, Jam e altre testate dello Stivale.

Se non bastasse, è arrivata la nomination al “Mercury Prize 2011 - Albums of the Year” dove Anna Calvi ha regalato una memorabile performance.

Per i suoi concerti Anna Calvi ha ingaggiato un’intima band di appoggio formata da Mally Harpaz alla chitarra, armonium e percussioni, e Daniel Maiden alla batteria.
Le prime date italiane dello scorso aprile hanno registrato ovunque sold out. Questa estate è stata ospite di molti festival, tra cui Glastonbury. Adesso, il nuovo, attesissimo tour.

Classe 1982, padre italiano, Anna Calvi ha iniziato a studiare musica a diciassette anni. In precedenza è stata cantante e chitarrista dei londinesi Cheap Hotel.

Redazione Nove da Firenze