Dead Drops a Firenze

Dead drops è un progetto di condivisione di file ideato a New York dall'artista tedesco Adam Bartholl ed ha avuto seguito a giro per tutto il mondo.


MEMORIE CONDIVISE — L'iniziativa consiste nellasciare penne usb in spazi pubblici, a giro per le città.
Chi trova una pennetta nel muro di una strada, oppure incastrata in un lucchetto, può attaccarvisi con il proprio pc, copiare i file e condividere ulteriori informazioni.

Ispirandosi al progetto dead drops il giovane Collettivo di architettura fiorentino POG architecture ha deciso di creare un'installazione in Largo Annigoni.

Una piazza che ha recentemente visto la rivisitazione urbanistica attraverso una serie di idee partecipate culminate in un concorso che puntava a traslare sul lastrico di cemento il vecchio Mercatino delle pulci. L'iter conclusosi con la vittoria di uno dei progetti partecipanti non ha poi trovato completamento burocratico a causa del mancato accordo con la categoria dei commercianti che vi si sarebbero dovuti trasferire.

"Sono state decorate sei sedie, altrimenti destinate alla spazzatura e tre di queste sono dotate di penne usb per il file sharing.
La speranza è quella di dare un seguito fiorentino alla libera condivisione di file".

"L'installazione denuncia la mancanza di sedute in uno spazio pubblico quale il piazzale sopra al parcheggio, una larga distesa di cemento che sfrutta solo una minima parte delle sua potenzialità".

foto: http://www.flickr.com/photos/pogarchitecture
blog: www.pogarchitecture.wordpress.com
info: info.pogarchitecture@gmail.com

Redazione Nove da Firenze