Bankitalia accusa Verdini di conflitto d'interessi

"Si tratta dell'inizio di un provvedimento amministrativo al quale risponderò puntualmente e adeguatamente nei termini previsti dalla legge" la replica del coordinatore nazionale del Pdl ed ex presidente del Credito Cooperativo Fiorentino.


"Si tratta dell'inizio di un provvedimento amministrativo al quale risponderò puntualmente e adeguatamente nei termini previsti dalla legge".
Così Denis Verdini replica ai rilievi mossi dalla Banca d'Italia al Credito Cooperativo Fiorentino ed ai suoi vertici.

Il documento, la cui sintesi è stata anticipata alla vigilia di Ferragosto dall'agenzia di stampa Ansa, risalirebbe al 20 luglio scorso e sarebbe il risultato degli accertamenti degli ispettori di via Nazionale condotti fra il 25 febbraio ed il 21 maggio scorsi. Vale a dire quando ancora gran parte delle inchieste giudiziare poi deflagrate sui giornali non erano di dominio pubblico.

Denis Verdini, coordinatore nazionale del Pdl, del Credito Cooperativo Fiorentino era il presidente fino alle dimissioni di qualche settimana fa.

Redazione Nove da Firenze