In fiamme il tetto di una casa a Monteroni D'Arbia

Le fiamme, dovute quasi certamente al surriscaldamento di un condotto da fumo, hanno interessato le strutture lignee di un tetto ventilato, generando violente fiamme, visibili da lontano, che hanno destato viva apprensione ed allarme.


SIENA — Lo scorso giovedì 4 febbraio, nelle prime ore del mattino, i Vigili del Fuoco di Siena e dei distaccamenti di Montalcino e Montepulciano, sono intervenuti a Monteroni D'Arbia per un incendio di tetto.

Le fiamme, dovute quasi certamente al surriscaldamento di un condotto da fumo, hanno interessato le strutture lignee di un tetto ventilato, generando violente fiamme, visibili da lontano, che hanno destato viva apprensione ed allarme nei residenti del quartiere.

I Vigili, intervenuti in forze, hanno circoscritto e domato l'incendio in poco tempo, mentre le operazioni di bonifica e verifica del completo spegnimento si sono protratte per l'intera mattinata.

Tre persone sono dovute ricorrere all'ausilio dei medici avendo riportato lievi intossicazion i per il fumo respirato nel tentativo di spegnere le fiamme prima dell'intervento dei Vigili del Fuoco.

Il tetto ventilato è una soluzione che presenta sicuramente vantaggi rispetto ai vecchi sistemi però questo tipo di opera è più delicata ed ha bisogno di qualche accorgimento in più. E' aumentato anche il numero di installazioni di impianti a biomassa legnosa ad alto rendimento che, da una parte, consumano poca legna e scaldano molto di più in proporzione ai consumi ma, di contro, sporcano un pò di più la canna fumaria. Infatti se una canna fumaria viene costruita adiacente o passante attraverso un tetto in legno senza i dovuti accorgimenti di distanze e isolamenti, quando all'interno del condotto si raggiungono i 1200°C il legno del tetto va in combustione per autoaccensione.
Inizialmente si avrà solo produzione di fumo dopodiché si presentano anche le fiamme e, non appena visibili queste, molto difficilmente sarà possibile intervenire tempestivamente prima che il tetto si già tutto un rogo; questo, in particolare, con i tetti ventilati.

Redazione Nove da Firenze