Auto rubata: ladro dichiara proprietaria la moglie

I carabinieri hanno controllato a casa del legittimo proprietario


Ieri sera, alle 2.30, i Carabinieri della Stazione di Marradi, hanno fermato una Peugeot 206 di colore grigio con a bordo un uomo del 1960 di Reggio Emilia.

"L’auto è di mia moglie e non so dove abbia i documenti" ha detto l’autista ai militari quando gli hanno chiesto la carta di circolazione. La macchina non era stata segnalata come rubata ma questa giustificazione non ha convinto i Carabinieri ed una pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Borgo San Lorenzo, nel cuore della notte, è stata inviata presso l’abitazione del proprietario della macchina.

E’ stato lì che il proprietario del veicolo, si è reso conto che la sua auto non era più parcheggiata sotto casa dove l’aveva lasciata la sera precedente.

L’uomo, 54enne, libero vigilato a Rimini, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria e l’autovettura, con tutto il suo contenuto, è ritornata nelle mani del legittimo proprietario.

I servizi notturni svolti dai Carabinieri del mugello secondo un predisposto piano di controllo del territorio sono essenziali per la sicurezza dei cittadini; lo affermano i vertici della Compagnia di Borgo San Lorenzo. Solo negli ultimi due giorni, infatti, le pattuglie notturne dislocate sul territorio hanno permesso di denunciare due napoletani senza fissa dimora che si erano introdotti abusivamente in un’abitazione sfondando e danneggiando la porta d’ingresso.

Redazione Nove da Firenze