Asma ed allergie, controlli gratuiti a Prato

Al Misericordia e Dolce e al Santo Stefano di Prato per la prevenzione dell’asma


Si aprono le porte dell’Allergologia e Immunologia Clinica dell’ospedale Misericordia e Dolce di Prato (via Cavour, 87 piano terra – edificio1) sabato 5 maggio (dalle 9.30 alle 13) in occasione della “Giornata Mondiale dell’Asma 2018”, organizzata da FederAsma e Allergie, l’associazione di volontariato che riunisce le principali Associazioni italiane di pazienti impegnate nella lotta alle malattie respiratorie e allergiche. La giornata estesa con iniziative ed eventi a tutto il mese di maggio, prevede una serie di “porte aperte” in ben sette città italiane, volte a dare educazione terapeutica al paziente e controlli strumentali gratuiti per il controllo dell’asma. Sul territorio pratese “porte aperte”, è realizzata in collaborazione con i medici e gli operatori professionisti della Ausl Toscana Centro e con Ata, l’Associazione Toscana Asmatici Allergici onlus di Prato.

Dopo sabato 5 maggio, Prato tornerà a essere protagonista degli eventi di prevenzione e sensibilizzazione di FederAsma, sabato 12 maggio (dalle 9 alle 12) questa volta presso l’ambulatorio SOS Pneumatologia e Endoscopia Bronchialedel nuovo Ospedale Santo Stefano. In occasione dei due appuntamenti pratesi, i pazienti potranno quindi recarsi presso i diversi presidi ospedalieri di Prato (5 maggio al Misericordia e Dolce, 12 maggio al Santo Stefano) oltre che per ricevere informazioni sulle terapie possibili, sugli stili di vita salutari e sui fattori di rischio, anche per effettuare controlli gratuiti.

Le iniziative di FederAsma ispirate quest’anno al tema “Never too early, never too late”, sono indirizzate in modo particolare alla sensibilizzazione e all’educazione dei giovani su una malattia che colpisce 3 milioni di persone in Italia. E’ infatti nel periodo dell’adolescenza che si possono impostare buone abitudini di vita, come l’astensione dal fumo, praticare sport, seguire una corretta alimentazione.

L’asma costituisce oggi la terza voce di spesa dell’assistenza sanitaria italiana, una spesa importante soprattutto per le persone che ne soffrono e devono affrontare sacche di inadeguatezza nella presa in carico della malattia. Oltre che sulla qualità della vita dei pazienti, la gestione della malattia influisce in modo significativo sulla ridistribuzione dei costi: a fronte di un lieve incremento del costo farmaceutico per la terapia appropriata, si è osservata una drastica riduzione del costo relativo ai ricoveri ospedalieri, di quello relativo agli accessi al Pronto Soccorso e, infine, di quello delle visite mediche programmate. Per informazioni FederAsma e Allergie – Federazione Italiana Pazienti Onlus: email: numeroverde@federasmaeallergie.org o numero verde (ore 9/13 dal lunedì al venerdì, escluso festivi) dedicato ai pazienti: 800123213. Su Facebook@federasma.onlus

Redazione Nove da Firenze