Area ex Fiat di viale Belfiore, approvata la variante al piano di recupero

In estate i lavori della prima fase che saranno completati in 18 mesi. Arrivano parcheggio da 630 posti e pista ciclabile. Al Comune 837mila euro per opere di urbanizzazione e un deposito/archivio da 6mila mq


Avanti con i lavori per dare nuova vita all’area ex Fiat di viale Belfiore. In estate partiranno gli interventi per fondazioni e piani interrati che saranno completati in 18 mesi. Grazie all’intervento saranno realizzati un parcheggio da 630 posti e una pista ciclabile lungo viale Belfiore, mentre arriveranno al Comune di Firenze 837mila euro di oneri di compensazione per realizzare opere di urbanizzazione nella zona e un deposito/archivio da 6mila metri quadrati che consentirà all’Amministrazione di risparmiare 200mila euro l’anno. Il privato ha già ricevuto le autorizzazioni per completare le fondazioni e i piani interrati. Dopo l’adozione della variante al piano di recupero, l’approvazione definitiva è arrivata nel corso dell’ultima seduta della giunta su proposta dell’assessore all’Urbanistica.

L'archivio-deposito a uso dell'Amministrazione comunale rappresenta una novità rispetto all’adozione. Grazie al nuovo spazio, l’Amministrazione potrà eliminare affitti passivi per circa 200 mila euro all’anno, liberare spazi in alcune sedi comunali per migliorare la sicurezza nei luoghi di lavoro e stoccare materiale per le manutenzioni. L’archivio-deposito sarà completato da un locale al piano terra, di dimensioni e caratteristiche adeguate per gli addetti, con accesso dedicato da via Benedetto Marcello e ascensore di collegamento. I quattro livelli interrati saranno tra l'altro destinati al parcheggio privato, per una superficie complessiva di circa 26mila mq e 630 posti auto.

È prevista la realizzazione da parte del privato di una serie di opere di urbanizzazione per un totale di 837mila euro. Le opere di urbanizzazione cosiddetta ‘primaria’ riguarderanno: la realizzazione del tratto di pista ciclabile lungo viale Belfiore e dei marciapiedi lungo viale Belfiore e via Benedetto Marcello; la realizzazione dell’area di sosta per mezzi adibiti al ritiro dei rifiuti su via Benedetto Marcello; la sistemazione della sede stradale di viale Belfiore e la realizzazione della terza corsia su via Benedetto Marcello in corrispondenza dell'area oggetto del piano; la realizzazione di un’area sosta Tpl su viale Belfiore; la realizzazione/adeguamento dell’impianto di pubblica illuminazione e sottoservizi; il rifacimento del tratto di marciapiede su via Benedetto Marcello compreso fra l’ingresso carrabile al parcheggio interrato e l’incrocio con via Pierluigi da Palestrina. Le opere di urbanizzazione ‘secondaria’ riguarderanno le nuove postazioni per la collocazione di sei cassonetti interrati su via Benedetto Marcello, quattro cassonetti interrati su viale Belfiore e la nuova piattaforma per il posizionamento di cassonetti stradali fuori terra su viale Belfiore. Il privato si impegna inoltre a ricostituire il filare di alberature su via Benedetto Marcello e a realizzare la rotatoria all’intersezione tra via Benedetto Marcello e via Bartolomeo Cristofori, in modo da migliorare l’accessibilità e la sicurezza dell’ingresso da via Benedetto Marcello.

Redazione Nove da Firenze