Anche a Empoli imminenti le scadenze elettorali

Fotografie di Alessandro Zani

Ieri Walter Veltroni alla casa del popolo di Santa Maria. Il segretario Mazzantini: “Votare Pd per avere una nuova Europa”. La proposta del candidato Sindaco del centrodestra Andrea Poggianti: «Non esistono cittadini di serie A e di serie B, rilanceremo il centro storico e guideremo alla riscossa le periferie»


Molte sono le iniziative elettorali che si svolgono nei comuni dell’Empolese Valdelsa in vista delle elezioni europee e amministrative del 26 maggio.

Da segnalare il passaggio ieri pomeriggio di Walter Veltroni, alla casa del popolo di Santa Maria a Empoli. Veltroni è venuto in città a sostenere la candidatura del sindaco Brenda Barnini, che si ricandida alle amministrative del 26 maggio.

Jacopo Mazzantini, segretario del Partito democratico Empolese Valdelsa, fa un’analisi sulle imminenti elezioni del 26 maggio: “Il governo Lega-5Stelle, in nemmeno un anno, è riuscito a bloccare l'economia del nostro Paese: un Paese che il Pd in cinque anni aveva portato dal -1,5% al +1,7% di Pil e che ora è crollato ad un misero 0,1%, ultimo in Europa. Hanno creato misure assistenzialistiche e non strutturali, che ad oggi riguardano meno del 2% della popolazione italiana, lasciando indietro il restante 98%. E così hanno fermato il Paese, che mentre continua ad indebitarsi non cresce più, perché hanno ridotto gli incentivi fiscali all'impresa, limitato la possibilità di assumere, bloccato i cantieri in tutta Italia. Il fallimento è così lampante che, non potendolo smentire, Salvini e Di Maio stanno facendo di tutto per nasconderlo e spostare l'attenzione degli italiani su altro, fingendo di litigare fra loro quando, in realtà, sono legati da uno strettissimo patto di potere: l'aborto, le armi, la castrazione chimica, la cannabis, su qualsiasi cosa inscenano un finto bisticcio quotidiano, purché fino alle elezioni del 26 maggio gli italiani non si accorgano dei problemi economici più urgenti, che oggi sono i conti pubblici e a breve saranno i conti privati di famiglie e imprese. Il Partito democratico ha commesso i suoi errori quando era al governo, ma aveva una strategia chiara su come far risollevare il Paese ed una politica economica, sociale, fiscale e del lavoro seria, che stava dando i primi frutti. Abbiamo capito il messaggio degli elettori di un anno fa ed oggi il Pd è unito nel proporre la diminuzione delle tasse sul lavoro, l’aumento dei salari e l’istruzione gratuita dal nido all’università per le famiglie dai redditi più bassi. Per questo è importante votare il Pd alle elezioni europee. Per chiudere il prima possibile questa fase politica nazionale e mandare a casa un Governo inadatto a risolvere i problemi del Paese che sta andando a rotoli. Dobbiamo migliorare e rafforzare l'Unione Europea, che oggi su alcuni temi non funziona, a cominciare dalle politiche sulla immigrazione, ma che ci ha consentito 70 anni di pace dopo millenni di guerre e tornare indietro, come vogliono gli altri, significherebbe isolarci dai grandi Paesi europei e ridursi alla irrilevanza internazionale”.

«Il rilancio del nostro comune passa da una cura del territorio diffusa e capillare su ogni frazione, quartiere e zona della città. Non esistono cittadini di serie A e di serie B, rilanceremo il centro storico e guideremo alla riscossa le periferie. I cimiteri versano in condizioni gravissime». A sottolinearlo Andrea Poggianti, candidato Sindaco del centrodestra che spiega le azioni per la cura del territorio dopo l’ennesimo sopralluogo nei cimiteri comunali e di fronte ai disagi creati da lavori che non vanno avanti. Le azioni sul centro storico Valorizzazione negozi di qualità con prodotti nostrani e negozi di vicinato. Disincentivazione all'apertura di negozi etnici nei centri storici naturali e controllo sulla concorrenza sleale ed abusiva. Incentivi per le residenze qualificate, controllo sulle residenze effettive e sugli affitti irregolari. Recupero e nuova realizzazione dei bagni comunali. Ricostruzione Porta Pisana, Bastione e Torre della Gendarmeria e riqualificazione della zona circostante mediante fondi europei. Nuove dotazioni giochi nei parchi pubblici, nuova illuminazione e manutenzione straordinaria in tutte le aree verdi. Piano straordinario per una manutenzione diffusa delle frazioni: dai ponti e dalle strade rattoppate e senza marciapiedi all'illuminazione mancante, dai parchi vandalizzati alle scuole ormai datate. Eliminazione di tutti i dossi e sostituzione con dissuasori di velocità. Aumento dotazione di cestini. Manutenzione straordinaria ed integrale dei 12 cimiteri comunali. Istituzione dell’assessorato alle frazioni per un confronto costante sulla cura del territorio con i cittadini.

Redazione Nove da Firenze