Amministrative a Firenze: la Lega promette la pistola taser per i vigili

Soft weapons e spray al peperoncino tra i temi centrali delle prossime elezioni?


"Una Piazza viva è una piazza sicura": con questa frase, Federico Bussolin, Commissario della Lega a Firenze, ha aperto ieri il presidio leghista in piazza dei Ciompi “Con oggi inizia la campagna di ascolto del nostro partito a Firenze. Ai Ciompi la promessa di riportare il mercatino delle pulci, perché una piazza vissuta dai suoi bottegai e residenti, è una piazza che non ha paura. A Firenze la promessa di dotare del taser i nostri vigili, contrariamente a quanto Nardella ha scelto per la nostra città”. “Cambiare la gestione scellerata che la Giunta Nardella ha portato avanti a Firenz\ze; questo deve essere l’obiettivo primario della Lega per ridare ai fiorentini il pieno possesso della loro città ed al mondo intero il privilegio di vivere in una Firenze libera e sicura”. Sottolinea Alessandro Scipioni, Segretario Provinciale della Lega. Alla manifestazione erano presenti, tra gli altri, anche l’On. Edoardo Ziello, il Consigliere regionale Jacopo Alberti ed il candidato Sindaco Ubaldo Bocci.

E il sindaco Dario Nardella lancia lo slogan: per il Carroccio si aumenta la sicurezza "con lo spray al peperoncino e la pistola sul comodino", afferma polemico. Di contro "noi siamo per una citta' viva, dove le periferie non siano dei ghetti e la sicurezza possa andare a braccetto con la cultura e la vivibilita' della citta'", aggiunge.
"La nostra proposta quindi- spiega a margine di un'iniziativa organizzata alla biblioteca delle Oblate- passa dai vigili di quartiere: ne assumeremo 100 tra marzo e aprile e se saro' di nuovo sindaco potenziero' ulteriormente il servizio. Stiamo inoltre completando l'illuminazione di tutta la citta', con la riqualificazione dei quartieri. Come sapete, poi, siamo vicini al traguardo delle 600 telecamere per la videosorveglianza". Anche qui se Nardella sara' confermato alla guida di Palazzo Vecchio "faremo di Firenze una delle citta' piu' videosorvegliate d'Europa".

Redazione Nove da Firenze