Alluvione del 17 novembre: variazione di bilancio a San Gimignano

Stanziati 150mila euro per interventi sul patrimonio pubblico


Una variazione di bilancio per 150mila euro da destinare agli interventi sul patrimonio pubblico, colpito dall’alluvione del 17 novembre. E’ quanto sancito nei giorni scorsi in Consiglio Comunale a San Gimignano con l’approvazione della variazione al bilancio di previsione 2019-2021. Una variazione resa possibile anche grazie alle maggiori entrate correnti della seconda metà dell’anno tra cui spiccano i 245mila euro per il recupero dell’evasione dei tributi locali Imu e Tasi e altre risorse provenienti da entrate extratributarie. «Oltre al decreto del Presidente della Regione Toscana circa la dichiarazione di stato di emergenza regionale, all’individuazione dei comuni colpiti, tra i quali figura San Gimignano – spiega l’assessore al bilancio Gianni Bartalini -, il nostro ente si è da subito prodigato per allocare risorse aggiuntive a quelle già stanziate nei mesi scorsi per la cura e gestione del patrimonio comunale. Risorse utili sia per affidare incarichi professionali mirati, sia per programmare i lavori da eseguire per la messa in sicurezza ed il ripristino di quelle parti di territorio e di patrimonio pubblico interessate da eventi franosi anche significativi. Siamo consapevoli – conclude Bartalini - che le risorse per intervenire su beni di proprietà dell’Ente non sono mai abbastanza, e che la vastità geografica del territorio da amministrare e per certi aspetti la sua vulnerabilità spesso non ci aiutano, ma è un preciso impegno di questa Amministrazione quello di prendersi cura e di gestire al meglio, anche con azioni di prevenzione, l’immenso e variegato patrimonio di cui la comunità sangimignanese fortunatamente dispone».

Redazione Nove da Firenze