Firenze: il primo nato nel 2021

E' Luis, maschio, all'ospedale di Santa Maria Annunziata, alle ore 00.46 I dati 2020 nei tre punti nascita dell'area fiorentina. Anayss è il primo nato toscano alle 00.03 all'ospedale di Cecina. Tre maschietti a cavallo di fine anno negli Ospedali di Arezzo e Montevarchi


È nato alle 2:30 il primo bambino della Maternità di Careggi a Firenze nel 2021, con lui ricomincia il conteggio del nuovo anno che nel 2020 ha visto circa 3 mila nati nell’ostetricia della maggiore Azienda ospedaliero universitaria del centro Italia.

“A fronte di un calo delle nascite del 9 per cento a livello nazionale – commenta il Professor Felice Petralglia direttore del Dipartimento materno infantile di Careggi – abbiamo contenuto la flessione ad un meno 5 per cento e gestito l’impatto del Covid in area nascita con 20 donne positive al virus che hanno partorito bambini sani in un regime di ricovero protetto, con numeri che si sono progressivamente intensificati negli ultimi 2 mesi dell’anno appena passato”. “A Careggi – conclude Petraglia – si continua e si deve proseguire a nascere senza particolari problemi, anche in epoca Covid, grazie alle competenze dei nostri operatori specializzati in gravidanze ad alto rischio e alla Neonatologia e Terapia Intensiva neonatale diretta dal Professor Carlo Dani. Siamo all’inizio della vaccinazione e i risultati si vedranno nel tempo, ma già oggi è sicuramente possibile vivere con maggiore serenità la gravidanza e il parto, rispetto alla prima fase della pandemia”.

Di seguito i dati relativi ai tre punti nascita dell'area fiorentina con il numero complessivo dei nati nel 2020 e il confronto con il 2019. Per ogni ospedale riportiamo anche gli ultimi nati del 2020 e i primi nati del 2021:

  1. San Giovanni di Dio: nati 1506 nel 2020; nati 1581 nel 2019 (-4,7%).Ultima nata del 2020 Carla (alle 16.52). Nazionalità della mamma Senegal.Al momento non ci sono ancora nuovi nati al San Giovanni di Dio.
  2. Santa Maria Annunziata: nati 1020 nel 2020; nati 988 nel 2019 (+3,2%).Ultimo nato del 2020 Diell (maschio, alle 3.12). Nazionalità della mamma: KossovoPrimo nato del 2021 Luiss (maschio, alle 00.46). Nazionalità della mamma: Albania.
  3. Ospedale del Mugello: nati 321 nel 2020; nati 372 nel 2019 (-13,7%).Ultima nata Anita ( il 29/12/2020 alle 16.37). Nazionalità della mamma: Italia Al momento non ci sono ancora nuovi nati all'ospedale del Mugello.

Onayss Khalil è sicuramente è tra i primi nati del 2021, infatti è venuto alla luce alle 00.03 a Cecina assistito da un’équipe tutta al femminile. Onayss è figlio di cittadini marocchini che vivono a Piombino, Hachouma Boulahbailat e Anovar Khalil, pesa 3 chilogrammi ed un bellissimo neonato. A tutta la famiglia vanno gli auguri del personale sanitario della direzione e dell’ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Cecina. Con l’arrivo di Leonardo, alle 18.31 del 2020, i parti a Cecina nel 2020 sono stati 651 e i nati 653. Auguri anche ai genitori di Leonardo, Giulia Viviani e Niko Corbinelli.

Ad Arezzo i reparti di Ostetricia e Ginecologia hanno garantito in questo anno un servizio puntuale ed efficiente per la gravidanza con percorsi dedicati e massima sicurezza per i bambini e le mamme. L’ultimo nato del 2020, venuto alla luce alle ore 20.26 del 31 dicembre si chiama Edoardo Del Pasqua, un bimbo di 3,4 kg nato con parto spontaneo. Il 2021 è stato inaugurato alle ore 7,55, presso il reparto di Ostetricia dell’Ospedale San Donato di Arezzo, dall’arrivo di Shayan Mahmood di nazionalità pakistana. La famiglia risiede in città da molti anni e per la mamma Fatima è il terzo figlio. Un parto naturale per un bambino di 3,5 kq e lungo 53 cm. A distanza di un’ora all’Ospedale del Valdarno La Gruccia è arrivato Aimone (3,3 kg) primo figlio di una coppia di Terranuova Bracciolini. La mamma Giulia, che nel parto ha avuto accanto il marito, sta bene così come il piccolo Aimone. Il 2020 ha visto dati leggermente in crescita rispetto all’anno precedente in entrambi i punti nascita della provincia di Arezzo (Arezzo e Montevarchi). Al San Donato le nascite sono state 1370 mentre alla Gruccia 540.

Redazione Nove da Firenze