Rubrica — Spettacolo

Al Museo di Orsanmichele due concerti dell’Orchestra da Camera Fiorentina

Giovedì 25 e venerdì 26 ottobre, ospite la giovane star della classica Marina Di Giorno


Passaporto francese, ascendenti italo-agentini, la pianista Marina Di Giorno è tra le nuove, giovani, star della classica internazionale. Giovedì 25 e venerdì 26 ottobre la vedremo al fianco dell’Orchestra da Camera Fiorentina, nel doppio appuntamento in programma al Museo di Orsanmichele, circondati da opere di Donatello, Ghiberti, Brunelleschi, Verrocchio, Giambologna. La direzione è affidata a Mario Ruffini, all’oboe il solista Davide Guerrieri.Le serate sono inserite nel festival Concerti della Liuteria Toscana, orchestra e solisti suoneranno strumenti realizzati da liutai toscani.

Ad aprire le serate sarà il brano Sifr del giovane compositore toscano Riccardo Perugini, allievo di Andrea Portera alla Scuola di Musica di Fiesole. Le doti di Marina Di Giorno saranno esaltate poi dal Concerto in re minore per pianoforte e archi BWV 1052 e dal Concerto per oboe e pianoforte in re minore BWV1059 di Johann Sebastian Bach.

Prime lezioni a tre anni, primo concorso vinto a quattro (il Kingdom of Music di Radio France) Marina Di Giorno ha mosso i primi passi al Conservatorio di Montpellier. A 11 anni ha debuttato come solista, a 14 è stata ammessa al Conservatorio di Parigi. Si è perfezionata all'Università di Musica di Ginevra per poi intraprendere una carriera internazionale costellata di importanti riconoscimenti. Marina Di Giorno spazia anche in altre discipline: ha scritto musiche per progetti cinematografici e teatrali, al fianco di attori e registi come Carole Bouquet, Leslie Caron, Arièle Dombasle, Guillaume Gallienne. Ha suonato con la cantante Juliette nell’Hommage à Colette portato in scena Robert Carsen, per non dire delle collaborazioni con la pittrice Eska Kayser.

Mario Ruffini ha ideato il World Bach-Fest insieme a Ramin Bahrami ed è l’anima del progetto Bach in Black con gli studenti di sei conservatori italiani. Ha fondato, insieme al Cardinale Giuseppe Betori, l’Associazione Onlus “La Pasqua di Bach”, ed è autore del volume J.S. Bach. Lo specchio di Dio e il segreto dell’immagine riflessa.

Biglietti 20/15 euro (riduzioni per studenti e over 65). Ai titolari della Firenze Card è riservato uno sconto del 15% (o tre biglietti al prezzo di due). Biglietto a 5 euro per i titolari della Carta Giò - Io studio a Firenze. Ingresso gratuito fino a 12 anni.

Prevendite nei punti www.boxofficetoscana.it/punti-vendita e online su www.ticketone.it. Prevendita anche presso il Museo di Orsanmichele nei giorni dei concerti, dalle ore 10,30 alle 21.

Spettacolo — rubrica a cura di Francesca Cecconi

Francesca Cecconi

Francesca Cecconi — Fiorentina. Giornalista pubblicista, esperta in strategie, tecniche e gestione della comunicazione. Per "Nove da Firenze" segue i concerti musicali in Toscana

E-mail: nuppolina@gmail.com