Monte dei Paschi di Siena: formalizzata l’acquisizione di Fontanafredda


E' statop definito ieri l’acquisto della tenuta di Fontanafredda di proprietà del Gruppo Monte dei Paschi, che ne ha deciso la cessione in quanto non più strategica alla luce del nuovo piano industriale della banca. A rilevare le quote della società, per la cifra di 90 milioni di euro, una cordata con capofila la Fondazione Mps, attraverso un’operazione volta a diversificare il portafoglio immobilizzato in diversi settori, tra i quali l’agroalimentare, anche nella prospettiva della costituzione dei fondi di private equity Demetra. L’operazione ha avuto come advisor per gli acquirenti la banca Credit Suisse e, per gli aspetti legali, lo studio Benessia-Maccagno, mentre per il Gruppo Monte dei Paschi la banca Rothschild e lo studio Gianni, Origoni, Grippo & Partners.
Ieri la firma del contratto di vendita con il trasferimento delle quote ai nuovi soci: la Fondazione Mps ne detiene il 36% : le rimanenti sono state suddivise in parti uguali (32%) tra Oscar Farinetti e Luca Baffigo Filangieri, rispettivamente presidente e consigliere di Eataly, gruppo piemontese che opera nel settore dell’enogastronomia di alta qualità. Successivamente si è tenuta l’assemblea per l’approvazione del nuovo statuto e la nomina del consiglio di amministrazione, composto da nove membri, e del collegio sindacale formato da tre membri, più due supplenti. Nel cda entrano Carlo Ceccarelli, Fabrizio Felici, Giovanni Bazzini (designati dalla Fondazione Mps), Oscar Farinetti, Luca Baffigo Filangieri; Piero Bagnasco, Bruno Fieno (designati da Farinetti), Giuseppe Miroglio, Enzo Visone (designati da Filangieri).
Del collegio sindacale fanno parte Michelangelo Bergamini (FMps), quale presidente, Giovanni Bosticco e Paolo Giraudo. Sindaci supplenti: Roberto Berzia e Lorenzo Biscardi (FMps). Carlo Ceccarelli è stato nominato presidente della nuova società. Oscar Farinetti e Luca Baffigo Filangieri saranno gli amministratori delegati. Si è conclusa dunque positivamente la trattativa avviata da tempo per l’acquisizione della tenuta situata a Serralunga d’Alba (Cuneo) di proprietà dal 1932 al 100% del Gruppo Mps. L'azienda nel 2007 ha registrato un fatturato che supera i 33 milioni di euro: dispone di oltre 60 ettari di vigne e produce circa 6,4 milioni di bottiglie ogni anno, il 60% delle quali viene commercializzato in Italia, il resto in tutto il mondo.

Redazione Nove da Firenze